Salta al contenuto

Perché realizzare
un Green Building?


L’impatto ambientale della progettazione, costruzione ed esercizio degli edifici é enorme: in Europa gli edifici sono responsabili, direttamente o indirettamente, di circa il 40% del consumo di energia primaria complessiva. Inoltre gli edifici impoveriscono la varietà biologica dell’ecosistema globale attraverso la trasformazione di microecosistemi locali in spazi antropizzati impermeabili e privi di biodiversità.

Un progetto realizzato con criteri di sostenibilità ambientale può

  • minimizzare o eliminare del tutto gli impatti ambientali negativi attraverso una scelta consapevole
     
  • consentire di ridurre i costi operativi
     
  • aumentare il valore dell’immobile nel mercato e la produttività degli utenti finali,
     
  • migliorare la qualità dell’aria interna agli edifici.
     

In sintesi, l’adozione di pratiche sostenibili nella progettazione edilizia consente di conseguire benefici ambientali, economici e sociali locali e globali con ovvie ricadute su tutti gli utenti dell’edificio, inclusi i proprietari, gli occupanti e tutta la popolazione in generale.

Perchè certificare
un edificio?


Sappiamo le caratteristiche dell’acqua che beviamo, ma quali sono le caratteristiche dell’edificio in cui viviamo?

I sistemi di certificazione rappresentano l’equivalente nell’edilizia di pratiche che in tutti gli altri ambiti sono normali, per esempio nell’acqua minerale c’è un’etichetta che dichiara tutte le caratteristiche dell’acqua minerale. Per gli edifici non esistono ancora sistemi di etichettature che dichiarino quanto consumano, come si vive nell’edificio, quali sono i materiali con cui è stato prodotto, il comfort acustico, termico, visivo, e così via. LEED e GBC dichiarano tutte le performance del sistema edificio nel complesso.

La certificazione favorisce un mercato delle costruzioni più trasparente, dove sono chiare le prestazioni e le caratteristiche di ogni edificio.

Come si misura
la sostenibilità
di un edificio?


Quando si parla di sostenibilità di un edificio si prendono in esame non solo l’efficienza energetica (misurata in kWh), ma anche l’efficienza idrica (misurata in litri), il comfort ambientale interno (misurato in °C, UR%, lux) e altri aspetti.  Per questo sono nati i rating system di sostenibilità, fra i quali LEED e GBC, che analizzano diverse aree correlate all’impatto ambientale, economico e sociale dell’edificio: cioè alla sua sostenibilità e utilizzano una scala di misura normalizzata per tutti questi diversi ambiti.

Le aree tematiche per i green building


Costruire le case, costruire le città in un modo diverso ed ecologico è davvero qualcosa di fondamentale per il futuro del nostro pianeta e soprattutto per il benessere  e la vita di tutti noi.
Non si tratta solo di efficienza energetica o idrica, scelta dei materiali, gestione del sito di progetto, innovazione o qualità dell’ambiente.

Sostenibilità secondo noi, vuol dire ottimizzare le relazioni che esistono tra tutte queste cose.

TERRA
È necessario limitare l'impatto generato dalle attività di costruzione sull'ambiente naturale rispettando gli equilibri dell'ecosistema.

ACQUA
Bisogna ridurre il consumo di acqua potabile e monitorare l'efficienza dei flussi nell'uso e nello smaltimento quotidiano delle acque dentro e fuori dli edifici.

ENERGIA
E' necessario ridurre e controllare i consumi di energia degli edifici, incentivando l'utilizzo delle energie rinnovabili.

MATERIALI
È importante utilizzare materiali sostenibili, il riutilizzo  e riciclaggio dei materiali e un adeguato smaltimento dei rifiuti, compresi quelli da demolizione.

BENESSERE E SALUTE
Gli ambienti in cui viviamo, lavoriamo e studiamo devono essere salubri e confortevoli con buona ventilazione e illuminazione.

INNOVAZIONE
La progettazione innovativa viene premiata e valorizzata

TERRITORIO
Ogni territorio è unico e tipico, per questo bisogna valorizzare le caratteristiche costruttive delle diverse aree geografiche.

LEED®


LEED® - Leadership in Energy and Environmental Design è un sistema di certificazione degli edifici che nasce su base volontaria e che viene applicato in oltre 150 Paesi nel mondo. Lo standard LEED nasce negli Stati Uniti ad opera di U.S.Green Building Council e rivoluziona l'approccio globale di come gli edifici vengono progettati, costruiti e mantenuti. LEED rappresenta il sistema di verifica terza parte per i green building attualmente più diffuso al mondo. Ogni giorno vengono certificati più di 170 mila metri quadrati in tutto il mondo.

LEED è applicabile a qualsiasi tipo di edificio (dalle case agli uffici aziendali) e per tutte le fasi di sviluppo (dalla progettazione fino alla gestione). I progetti che perseguono la certificazione LEED ottengono dei punti in base alle caratteristiche di sostenibilità delle diverse aree tematiche. Sulla base del punteggio finale raggiunto, un progetto ottiene quindi uno dei quattro livelli di certificazione LEED: certified, silver, gold e platinum.



I livelli di certificazione:

 

Gli edifici certificati LEED si caratterizzano per un utilizzo delle risorse efficiente. Usano meno acqua ed energia e riducono le emissioni di gas serra. In più, permettono di risparmiare denaro nei costi di gestione.

Sistemi GBC


La famiglia dei protocolli GBC sono stati elaborati grazie al lavoro dei comitati di GBC Italia e prendono spunto dai rispettivi rating systems LEED, ma fanno riferimento alla realtà costruttiva e normativa italiana ed europea.

I sistemi di certificazione GBC si applicano a diverse tipologie di edificio (storici, residenziali, condomini) ma anche a porzioni di territorio (quartieri) e riguardano tutte le fasi di sviluppo: dalla progettazione alla realizzazione e riqualificazione.

I protocolli sviluppati appositamente per il mercato italiano sono: GBC Historic Building - edifici storici; GBC HOME - edifici residenziali; GBC Quartieri - urbanistica; GBC Condomini - riqualificazione.

Il punteggio viene assegnato in base alle performance di sostenibilità nelle diverse aree tematiche. La somma totale dei punti ottenuti determina il livello finale di certificazione dell’edificio che può essere: base, argento, oro e platino.


I livelli di certificazione:

Questi protocolli rappresentano uno strumento utile per le Pubbliche Amministrazioni, il settore Finanziario e l’intera filiera delle costruzioni. Grazie a questi sistemi di verifica, tutti gli operatori della filiera vengono responsabilizzati per fare in modo che il loro contributo permetta l’effettiva acquisizione dei rispettivi crediti.