12 nov 2019

Salubrità e Comfort nell’abitare. Il dialogo tra gli esperti e le soluzioni del mercato

Il 30 ottobre 2019 si è svolto a Roma il seminario organizzato da GBC Italia in collaborazione con SIMA, la Società Italiana di Medicina Ambientale per affrontare il tema della salute e del benessere dell’uomo all’interno degli edifici e presentare alcune case history in cui si sono raggiunte elevate prestazioni di comfort.

L’uomo passa più dell’80% del suo tempo all’interno degli edifici la cui qualità costruttiva influisce in modo significativo sulla sua salute psicofisica e sulla produttività delle attività svolte per questo possiamo sostenere che il comfort ambientale sta diventando un fattore sempre più premiante per il valore dell’edificio.

Un’attenta progettazione integrata del sistema involucro-impianto permette di controllare i fattori da cui dipende il benessere dell’uomo all’interno degli edifici e raggiungere un elevato livello di comfort, riducendone il fabbisogno energetico.

L’evoluzione tecnologica dei materiali e dei sistemi costruttivi, unita ai processi di progettazione e costruzione sostenibili, permette di sviluppare soluzioni architettoniche che rispondono al meglio alle esigenze dell’abitare.

“Negli ultimi cinquant’anni gli effetti dell’azione dell’uomo sul nostro pianeta hanno determinato una situazione di forte criticità – afferma Alessandro Miani, Presidente SIMA, in una nota – La ricerca di nuovi paradigmi di vita che possano conciliare uomo e ambiente sono al centro del dibattito mondiale e danno frutto a numerosi e ambiziosi progetti. In questo contesto il tema della sostenibilità e del comfort nell’abitare diventa strumento strategico, contribuendo a ridurre l’impatto di molti fattori ambientali sulla salute umana, animale, vegetale. Dal risparmio energetico al monitoraggio e mitigazione degli inquinanti dell’aria indoor, all’uso consapevole dell’acqua di casa, all’uso di materiali naturali o riciclati, nell’ottica dell’economia circolare, sino ad arrivare alla riqualificazione di edifici storici in chiave sostenibile, l’ingegneria, l’architettura, il design, le aziende tutte della filiera edilizia sono e saranno sempre più gli attori protagonisti del processo virtuoso utile alla salvaguardia del pianeta e alla riduzione dell’esposizione umana alle determinanti ambientali della salute. Per questo, come Società Italiana di Medicina Ambientale, guardiamo con attenzione ed interesse al lavoro di Green Building Council Italia e siamo certi possano nascere tra le nostre due realtà proficue e concrete collaborazioni già a partire dal 2020.”

“Serve accelerare le azioni che possano garantire un reale sviluppo sostenibile - dichiara Marco Mari, Vicepresidente di GBC Italia - già oggi grazie anche alla Community che si riconosce in GBC Italia, il nostro Paese si distingue in Europa e nel mondo per 14 milioni di metri quadri di opere edilizie certificate o in via di certificazione con i protocolli energetico-ambientali della famiglia LEED-GBC, ma l’attuale crescita seppur positiva non è ancora sufficiente. Operare secondo le metriche del Green Building permette di influenzare positivamente tutta l'economia nazionale con significativi benefici ambientali e sociali generati per proteggere le persone, anche e soprattutto per gli aspetti di salubrità e confort degli ambienti interni. I casi concreti presentati nel convegno stanno a testimoniare la forte capacità della filiera edilizia di interpretare positivamente il cambiamento necessario e, per supportarlo, la nostra Associazione ricerca attivamente collaborazioni. In tale logica, il dialogo intrapreso con SIMA è parte integrante delle azioni che riteniamo di grande valore.”

Nel seminario sono state presentate le tecniche progettuali, quali le simulazioni dinamiche e le certificazioni di sostenibilità a cura di Manens-Tifs e Frigerio Design Group. Dalle loro presentazioni è emerso che elevati standard di vivibilità e benessere all’interno degli edifici permettono alle aziende di risparmiare fino a 3.000€ per dipendente all’anno grazie all’aumento di produttività, alla riduzione di assenze per malattia e al benessere degli occupanti.

Le tecniche costruttive innovative disponibili attualmente nel mercato sono state presentate da aziende come Panasonic, Knauf Insulation, PPG Univer e Flooring Corporation. Infine, Enrico Grillo, consigliere del Chapter Lazio ha portato le considerazioni finali, evidenziando come gli esempi discussi siano utili ai fini di raggiungere una sempre maggiore sostenibilità a elevate prestazioni di comfort.

È possibile consultare gli atti del convegno QUI