Salta al contenuto


 /documents/20182/873325/gbc-news-caffi-vice.jpg/b124e6a0-5b51-4188-b6d6-3294ab033d9c?t=1561976545275
01 lug 2019

GBC Italia sempre più internazionale. Caffi diventa vice presidente della rete europea del World GBC

Il direttore di Green Building Council Italia Marco Caffi è stato nominato Vice Presidente della Rete Regionale Europea del World Green Building Council, associazione no profit internazionale impegnata nel promuovere l’edilizia sostenibile in tutta Europa.

Lo scorso 12 giugno il Board del World Green Building Council ha eletto Alicja Kuczera, CEO del Green Building Council polacco, quale nuova Presidente della Rete Europea dei Green Building Council e Marco Caffi, COO del Green Building Council Italia, nel ruolo di Vice Presidente.

Marco Caffi, che dal primo luglio rivestirà il ruolo di Vice Presidente per i prossimi due anni, è stato scelto per la significativa esperienza maturata in tema di sostenibilità, in particolare nel settore dei green building, e per l’impulso innovativo portato all’interno della rete europea dei Green Building Council.

Cristina Gamboa, CEO, World Green Building Council, ha dichiarato: "Mentre i cambiamenti climatici rappresentano una sfida globale, le soluzioni sono spesso locali e regionali. Promuovere l’edilizia sostenibile attraverso le nostre reti regionali è quindi essenziale per portare avanti la nostra missione collettiva di edifici sostenibili per tutti, ovunque. Marco è stato un vero sostenitore della sostenibilità in tutta Europa, e il suo ruolo di vicepresidente contribuirà a rafforzare la rete dei GBC nella regione.“

“Il ruolo assegnatomi di Vice Chair della Rete Regionale Europea dei Green Building Council è sicuramente il riconoscimento del lavoro e del percorso di crescita che l’intera associazione ha fatto in questi anni, e alla quale va il mio ringraziamento per il supporto dato alla candidatura. – Ha dichiarato Marco Caffi, direttore di GBC Italia – Penso che questa sia un’importante opportunità di confronto e comprensione delle priorità di sviluppo dei tanti temi correlati alla sostenibilità in edilizia e di condivisione di modelli organizzativi che possano rendere più efficace le nostra azione. Sono felice di portare in tale contesto l’esperienza del movimento dei green building italiano, consapevole che la mia azione sarà tanto più efficace quanto condivisa con l’intera organizzazione di GBC Italia.”

La rete regionale europea (ERN) del World GBC è una comunità di 23 GBC, 9 partner regionali e oltre 4.600 membri in tutta Europa. I Green Building Council della ERN provengono da paesi sia dell'UE che non-UE.

Sebbene il mercato degli edifici sostenibili in Europa sia in costante crescita, occorre fare di più per garantire che la sostenibilità sia introdotta nell'intera catena di valore del settore. La missione dell'ERN è quella di far sì che ciò accada sfruttando l’influenza e la conoscenza dell’intera rete rete per trasformare il mercato europeo degli edifici.

L’impegno già molto attivo nelle attività internazionali di GBC Italia si concretizza ancora di più con la nomina del direttore di GBC Italia come vicepresidente della rete regionale europea del World GBC.

L’associazione sta lavorando attivamente a molti progetti europei. Dal più recente Build Upon2 appena avviato e fortemente collegato al progetto Advancing Net Zero, a BIM4REN; da Smarter e EeMAP per la finanza dei mutui verdi, a LEVEL(s) un sistema di indicatori chiave per misurare la sostenibilità degli edifici in tutta Europa.

Nell'ultimo incontro della rete europea tenutosi lo scorso 21 maggio a Oslo dove si è fatto il punto sul lavoro che i GBC stanno svolgendo nell’ambito dell’economia circolare, GBC Italia ha portato il proprio position paper che è stato citato dal World GBC come degno di nota.

Per maggiori informazioni, visita il sito del World GBC: clicca qui.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/873325/gbc_wgbc_manifesto_news.jpg/502e3206-7f07-44c5-a4b3-d43db88a57d3?t=1561718481435
28 giu 2019

Il manifesto dei GBC europei per un’Europa a emissioni zero

Oltre 20 paesi della Rete europea (WorldGBC Europe) del World GBC, tra cui GBC Italia, hanno pubblicato un manifesto: A Sustainable Built Environment at the Heart of Europe’s Future, che esorta i decisori europei a riconoscere il ruolo centrale che il settore delle costruzioni gioca nel raggiungere un'Europa a emissioni zero.

 

Il Manifesto, oltre a sottolineare l'importanza del settore dell’edilizia per il raggiungimento degli obiettivi climatici europei, definisce quali cambiamenti nelle policy e nei regolamenti devono essere supportati dai rappresentanti europei per realizzare appieno le potenzialità del settore.

 

Il Manifesto illustra 8 aree d’azione chiave (emissioni di CO2, economia circolare, acqua, salute, resilienza, biodiversità, valutazione dei costi e transizione equa) e propone lo schema Level(s) come strumento chiave per valutare le azioni e i cambiamenti necessari.

 

In breve, il manifesto richiede politiche che supportino la trasformazione dello stock di edifici a zero emissioni di CO2 entro il 2050. Fornisce anche una panoramica delle politiche necessarie per sostenere la transizione verso un'edilizia circolare in modo che l'utilizzo delle risorse sia ottimizzato e che non vi siano rifiuti da discarica.

 

Clicca qui per scaricare il manifesto.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/873325/WGBW_Social+Media_Square-Main+message.jpg/8fbbf33a-8d70-42f9-ab5b-05af089c0bba?t=1561547578008
26 giu 2019

World Green Building Week 2019: #BuildingLife

Sapevi che gli edifici e le costruzioni sono responsabili del 39% del totale emissioni di CO2 legate all'energia? Il 28% di queste emissioni viene dalla fase operativa "in uso" per riscaldare, raffreddare e alimentare gli edifici.

 

L'11% di queste emissioni è attribuito alle emissioni di COincorporate, che si riferisce alla CO2 che viene rilasciata durante la fase "prima dell'uso" nel processo di costruzione e produzione dei materiali.

 

Che cos’è la world Green Building Week?

La World Green Building Week (23-29 settembre 2019) è una campagna annuale che promuove e sensibilizza tutti per avere edifici più sostenibili.

Quest’anno la settimana si concentra sul ciclo di vita dell’edificio - #BuildingLife ed esplora come si possa creare un ambiente costruito sostenibile, sano e resiliente per tutti. La settimana è promossa dal World Green Building Council e la rete di 70 Green Building Council con i loro 37.000 membri e partner aziendali.

 

Perché il ciclo di vita degli edifici è importante

La campagna della World Green Building Week di quest'anno mira a sensibilizzare maggiormente sulla tematica delle emissioni di CO2 in tutte le fasi del ciclo di vita di un edificio, e quindi incoraggiare nuove pratiche e nuovi modi di pensare per ridurre le emissioni climalteranti degli edifici.

Ad oggi, l'attenzione del settore dell'edilizia e delle costruzioni si è rivolta principalmente alle emissioni della fase di costruzione e di quella degli edifici “in uso”.

Tuttavia, al fine di decarbonizzare completamente l’ambiente costruito entro il 2050 per mantenere il riscaldamento globale al di sotto di 1,5 gradi, il settore dell'edilizia e delle costruzioni deve anche affrontare le emissioni dell'intero ciclo di vita dell'edificio.

L'obiettivo della campagna Building Life è quello di evidenziare la necessità di produrre, progettare, costruire, utilizzare, decostruire e riutilizzare in maniera sostenibile gli edifici e i loro materiali.

 

Unisciti a noi per costruire un futuro migliore!

 

I materiali disponibili si possono scaricare qui:

 

  • How-to-get-involved guide – la guida su come puoi partecipare durante la settimana
  • Social media posts – partecipa alla conversazione du Twitter, Facebook, Linkedin e Instagram usando #BuildingLife e #WGBW2019
  • Website banner – utilizza il banner nel tuo sito web
  • WGBW2019 logo – utilizza il logo nei tuoi materiali di marketing
  • Email signature – divulga la WGBW2019 tramite firma email
  • PowerPoint template – per le tue presentazioni negli eventi
  • Photography templates – aggiungi il motivo della WGBW2019 alle tue foto
  • My #BuildingLife Pledge poster – raccontaci quale azione porterai avanti individualmente o come organizzazione per costruire un future migliore.

 

Inserisci il tuo evento nella Global Activity Map, la mappa mondiale di tutte le iniziative della World Green Building Week! Clicca qui

 

Per maggiori info

 

#BuildingLife
#WGBW2019

Continua a Leggere »


 /documents/20182/873325/gbc-news-Circular-Economy-blog.jpg/30668b45-c5c7-4ce6-803f-10d3f9039577?t=1560950894229
19 giu 2019

Le tre C dell’Economia Circolare: Collaborazione, Consenso e Cambiamento

I GBC Europei definiscono gli elementi costitutivi per un’edilizia circolare

 

L'ultimo incontro della rete Europea dei GBC tenutosi lo scorso 21 maggio a Oslo ha rappresentato l’occasione per fare il punto sul lavoro che i GBC stanno svolgendo nell’ambito dell’Economia Circolare e lanciare il Think Tank della rete europea del World GBC dedicato ad esplorare il tema per l’edilizia. In questa occasione, GBC Italia ha portato il proprio position paper sviluppato dal gruppo di lavoro coordinato da Monica Lavagna.

 

Si tratta di un nuovo concetto o di una filosofia antica?

L’economia circolare è la parola d’ordine del momento, ma la verità è che gli edifici europei hanno seguito i principi dell’economia circolare per millenni. È solo nella nostra storia recente che abbiamo dimenticato alcuni di questi principi di base. Ma i Green Building Councils (GBC) europei stanno guidando la transizione verso un ambiente costruito circolare.

 

Stephen Richardson, Head of Projects, Europe Regional Network del World GBC ha riassunto nel suo articolo le presentazioni dei GBC in tre temi chiave; tre C per la circolarità!

 

Cos'è un ambiente circolare costruito e come ci arriviamo?

 

La fondazione Ellen MacArthur definisce l'economia circolare come un’economia progettata per auto-rigenerarsi. In un modello circolare dobbiamo ridefinire la produttività dei materiali, assicurandoci di ottenere il massimo da ogni risorsa che abbiamo.

 

È interessante notare che diversi GBC hanno rilevato che le iniziative nazionali in corso e le discussioni sull'economia circolare tendono a concentrarsi su plastica, elettronica e tessuti. Questo non vuol dire che l'enorme impronta materiale del nostro settore venga ignorata; ma le soluzioni e le iniziative circolari dell’edilizia tendono a essere trascurate. Il ciclo di vita degli edifici e la catena del valore dell'ambiente costruito sono complessi. Chiudere gli anelli dei materiali è più facile quanto più le due estremità del circuito si avvicinano l'una all'altra, mentre i lunghi cicli di vita degli edifici e la natura frammentata del settore fanno sì che la distanza tra ciascuna estremità del circuito, in termini di tempo, spazio e responsabilità organizzativa, possa sembrare difficile da superare.

 

Collaborazione

 

Non sorprende quindi che il punto di partenza per tutti i GBC che lavorano su questo argomento sia stato quello di riunire le parti interessate di tutti i membri. L'intera rappresentazione della catena di valore è uno degli aspetti unici del modello GBC ed è vitale per aumentare la circolarità nel nostro settore.

 

Consenso

 

Per il GBC francese un passo successivo fondamentale è quello di spingere l'industria e l'azione politica concordando metriche e indicatori di circolarità comuni. Le imprese sono spesso le più efficaci nell'implementare il cambiamento quando hanno obiettivi quantitativi su cui lavorare.

 

GBC Italia avvalendosi dell'esperienza dei membri del gruppo di lavoro sull’economia circolare, soci di GBC Italia, ha presentato un position paper sull'economia circolare per l'edilizia in Italia e l’esperienza del Centro Materia Rinnovabile in materia di recupero dei rifiuti di demolizione.

 

La costruzione del consenso è essenziale per affrontare discussioni politiche per dimostrare il peso dell'industria che sta dietro il lavoro di advocacy dei GBC.

 

Cambiamento

 

I GBC possono aiutare a riunire le persone e sostenere la strada da seguire, ma sono i loro membri, le imprese in tutta la catena del valore, che intraprendono il lavoro di transizione verso pratiche più circolari. I GBC hanno sviluppato una serie di strumenti per aiutare i loro soci su questa tematica.

 

Per maggiori informazioni: internazionale@gbcitalia.org

Continua a Leggere »


 /documents/20182/873325/gbc-news-eemap.jpg/b3da0bd3-be16-4682-a5bd-f961dfe9f677?t=1560949139173
19 giu 2019

La community dell’edilizia sostenibile supporta i mutui per l’efficienza energetica

Oggi la rete Europea di World Green Building Council e i suoi partner hanno lanciato il report finale del progetto EEMAP: "Creating an Energy Efficient Mortgage for Europe: the supporting role of the green building sector".
Il rapporto sostiene che per rendere i mutui verdi accessibili a tutti, la finanza e il settore dell'edilizia green devono collaborare maggiormente. Nel report si definisce una tabella di marcia che il settore dell’edilizia e le organizzazioni che promuovono l’efficienza energetica devono seguire per supportare la crescita delle iniziative di finanza green – per poter trasformare milioni di edifici in tutta Europa.

Cristina Gamboa, CEO World Green Building Council ha commentato:
"La finanza verde è sempre riconosciuta come un potente motore alla base delle azioni per il clima. La crescita del mercato dei mutui verdi in Europa rappresenta un'opportunità unica per sbloccare nuovi investimenti per accelerare la decarbonizzazione dell'ambiente costruito. Stiamo lavorando con i nostri membri per garantire che il nostro settore sia attrezzato per cogliere questa opportunità."


Barry Lynham, Managing Director di Knauf Energy Solutions ha dichiarato:
"L'Europa ha bisogno di un incremento radicale nel tasso annuale di rinnovamento dell'efficienza energetica per gli edifici, per poter raggiungere i suoi obiettivi climatici; i mutui verdi sono uno strumento chiave per fare avvenire questo cambiamento."

 

Continua a Leggere »