Salta al contenuto


 /documents/20182/1122802/gbc_news_summit_bruxelles.jpg/e947da6f-95f5-4a31-a3ad-7aca1e39a29a?t=1573214813001
08 nov 2019

Edifici a emissioni zero per tutti! Il Summit dei leader europei per BUILD UPON²

Il recente vertice per il clima delle Nazioni Unite ha stabilito che l'unico obiettivo che conta è azzerare le emissioni entro il 2050. Per l'Europa, la realizzazione di un New Green Deal per i suoi cittadini comporterà per le città e le aziende piani d'azione considerevoli per il clima con programmi di ristrutturazione degli edifici per azzerare le emissioni degli stessi. Per questo, i partner del progetto BUILD UPON2, tra cui anche GBC Italia, stanno riunendo 150 leader del settore pubblico e privato di tutta Europa in un interessante vertice che si terrà il 3-4 dicembre, per dimostrare che l'Europa ha la volontà e le soluzioni per guidare il mondo verso la realizzazione di edifici a emissioni zero e una migliore qualità della vita per tutti.

Visita la pagina dell'evento per l'agenda completa qui.

Registrati all'evento tramite Eventbrite qui.

E' possibile partecipare a una singola giornata o a entrambe. L'evento è gratuito, ma a causa dell'elevata richiesta di partecipazione verrà chiesto a tutti di confermare l’effettiva presenza.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/1079216/gbc_news_green-heart.jpg/b79a4a0b-56f7-4454-88e2-c4fc926a2927?t=1572519709712
31 ott 2019

L’importanza della partecipazione attiva

Editoriale di Giuliano Dall'Ò, Presidente Green Building Council Italia

Si sta avvicinando la fine dell’anno e come ogni fine di anno è tempo di bilanci e condivisione di alcune importanti attività. Tante cose sono state fatte per consolidare GBC Italia come la più importante associazione tecnico-scientifica del settore dell'edilizia sostenibile, ma c’è ancora tanto da fare. Per questo ci aspettiamo una grande partecipazione da parte di tutti perché solamente tutti insieme possiamo fare la differenza per rendere migliore il nostro pianeta.

È stato sicuramente un anno impegnativo sotto molti punti di vista, stimolante e pieno di buoni riconoscimenti, in cui GBC Italia è cresciuta sia nel panorama nazionale sia in quello internazionale.

Convegni come la“Decarbonizzazione ed economia circolare in edilizia1”, “Green Cities: the New Normal2” o “Cambiamenti climatici, resilienza e rigenerazione urbana3” insieme all’ elezione del nostro direttore Marco Caffi come Vice Presidente della rete europea del World GBC4, sono solo alcuni dei successi raggiunti quest’anno. Come anche i numerosi progetti europei ed internazionali di cui facciamo parte: BIM4REN, Build Upon2, SMARTER, Level(s), EeMap, Advancing Net Zero e Better Places for People sono un chiaro segnale dell’importanza della nostra associazione.

Il lavoro che abbiamo perseguito da quando sono in carica come Presidente ha sempre puntato a una partecipazione attiva dei soci attraverso molte iniziative che consentissero di sentirsi parte di un movimento sovranazionale.

Quest'anno, come l’anno scorso, abbiamo lanciato la Survey per i soci che si chiuderà venerdì 15 novembre. Lo scopo è quello di conoscere meglio il grado di soddisfazione e di partecipazione dei soci. La compilazione del questionario on-line richiederà pochi minuti di tempo, ma i dati e le informazioni che deriveranno sono molto importanti per la crescita dell’intera associazione. Attraverso la survey ogni socio si potrà esprimere su diverse aspetti: da come viene gestita, alla qualità dei servizi offerti, ma potrà anche offrire degli spunti su ciò che l'Associazione potrebbe fare per il mercato dell'edilizia e delle infrastrutture green. È importante non perdere questa occasione di far sentire la propria voce nel portare avanti gli obiettivi che condividiamo. Lo staff è a disposizione per fornire il supporto necessario per permettere a tutti i soci di partecipare all’indagine (per informazioni è possibile scrivere a comunicazione@gbcitalia.org).

Anche i GBC Awards sono una tradizione di cui andiamo orgogliosi, che quest’anno giungono alla 5° edizione e sono stati ripensati per essere più incisivi e inclusivi possibile. La novità principale consisterà nell’attivazione di Premi aperti anche ai non soci per permettere una più ampia partecipazione e divulgazione dell’iniziativa. Le candidature si apriranno a breve nel mese di novembre.

Infine, ricordo che la mattina del prossimo 13 dicembre, in occasione dell’assemblea dei soci, abbiamo in programma un importante convegno internazionale dal titolo "Green Building & Sustainable Development Goals5".  In questa occasione approfondiremo il tema degli obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, concordati nel tentativo di risolvere un’ampia gamma di problematiche che riguardano l’ambiente, l’economia e la società: come la povertà, la fame, la salute, l’istruzione, il cambiamento climatico, l’uguaglianza di genere, l’acqua, l’energia, l’urbanizzazione.

17 sono gli obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Tra questi, 9 sono gli obiettivi dove i green building possono contribuire in maniera significativa. Ne parleremo insieme ai principali stakeholder del settore delle costruzioni, indagando le possibilità per l’edilizia di diventare un vero catalizzatore per affrontare alcuni dei più urgenti problemi del pianeta


APPROFONDIMENTI
[1] Decarbonizzazione ed economia circolare in edilizia
[2] Green Cities: the New Normal
[3] Cambiamenti climatici, resilienza e rigenerazione urbana
[4] Marco Caffi come Vice Presidente della rete europea del World GBC
[5] Green Building & Sustainable Development Goals

Continua a Leggere »


 /documents/20182/1079216/GBC_131219_Milano_AssSoci_News.jpg/69f8ee25-1a62-482c-9a2e-b43a75a100d5?t=1571841785620
24 ott 2019

Convegno | Green Building & Sustainable Development Goals

GBC Italia organizza, in occasione dell'Assemblea Nazionale dei Soci del 13 dicembre a Milano, un convegno dal titolo "Green Building & Sustainable Development Goals".

Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals - SDGs) costituiscono una serie di obiettivi concordati dall’Organizzazione delle Nazioni Unite, nel tentativo risolvere un’ampia gamma di problematiche riguardanti lo sviluppo economico e sociale, quali la povertà, la fame, la salute, l’istruzione, il cambiamento climatico, l’uguaglianza di genere, l’acqua, i servizi igienico-sanitari, l’energia, l’urbanizzazione, l’ambiente e l’uguaglianza sociale.

I 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile sono nel loro insieme di vasta portata, ma ci sono 9 obiettivi in particolare a cui i green building possono contribuire in maniera significativa.

In questo contesto, infatti, i green building sono un’opportunità non solo per risparmiare energia, acqua e ridurre le emissioni di CO2, ma anche per educare, creare posti di lavoro rafforzare le comunità, migliorare la salute e il benessere e molto altro ancora.

Il convegno, che si terrà presso la sede di Assimpredil ANCE a Milano e vedrà anche la presenza di ospiti internazionali, indagherà le possibilità per l’edilizia sostenibile di diventare un vero catalizzatore per affrontare alcuni dei problemi più urgenti del mondo.

ISCRIVITI QUI

INFORMAZIONI

L'evento si terrà venerdì13 dicembre presso la sede di Assimpredil ANCE a Milano, in Via San Maurilio, 21. 

Scarica l'ultima versione del programma: clicca qui.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/1079216/gbc-news-keyenergy-2019.jpg/6c0e6e3c-f171-43f7-9b1f-fcb053c6e4eb?t=1571137712850
15 ott 2019

Rigenerazione urbana e Riqualificazione degli edifici a Key Energy

Quali prospettive per le città green e l’efficientamento degli edifici?

A Key Energy 2019, giovedì 7 novembre GBC Italia sarà protagonista di due importanti appuntamenti dell'edizione 2019 che si svolge in contemporanea a Ecomondo.

La mattina, nel panel “Rigenerazione urbana sostenibile”, cercheremo di inquadrare il tema della riqualificazione dei territori alla luce degli obiettivi di sviluppo sostenibile promossi dalle Nazioni Unite, raccontando i casi di eccellenza come quello della città di Milano ed i progetti innovativi che supportano questa transizione.

Il pomeriggio, nel convegno dal titolo “Efficientamento edifici esistenti”, discuteremo il tema della riqualificazione profonda degli edifici come opportunità per un rilancio del settore e degli strumenti di finanziamento evoluti per avviare la riqualificazione a larga scala, come per esempio i mutui verdi.

Scarica la locandina con il programma completo: CLICCA QUI.

Ricordiamo inoltre che a ogni socio è riservato un ingresso gratuito. Scrivi a eventi@gbcitalia.org per ricevere il tuo codice d'ingresso omaggio!

Vi segnaliamo infine il workshop "Il Green Building come driver competitivo per le imprese turistiche", che si terrà venerdì 8 novembre in occasione della Innovation Building Marathon, un'iniziativa promossa in collaborazione con Ecomondo - KeyEnergy. In particolare all'interno dell'evento, nella sessione 1 introdotta e coordinata dal vicepresidente di GBC Italia Marco Mari, si parlerà dei nuovi orizzonti del green building applicati alla progettazione dell’edilizia turistica. Clicca qui per ulteriori dettagli.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/1079216/Img+lettera.jpg/6bb2e4f4-b405-4ed1-8cd8-d77015059637?t=1570715179384
10 ott 2019

Riduzione delle emissioni degli edifici: le raccomandazioni per la Commissione europea

Gli stakeholder del settore delle costruzioni raccomandano di integrare nelle policy europee i criteri di riduzione delle emissioni lungo l’intero ciclo di vita degli edifici.

Una coalizione di oltre 30 organizzazioni che lavorano nel settore delle costruzioni ha firmato una lettera aperta alla Commissione europea delineando la propria opinione sul potenziale trasformativo che lo Schema Europeo Level(s) può svolgere nel promuovere l’edilizia sostenibile e sostenere gli obiettivi chiave in materia ambientale, economica e sociale.

Tra i firmatari di questa visione vi sono i Green Building Council e le principali organizzazioni commerciali che rappresentano oltre 4.500 membri nel settore dell'edilizia e immobiliare, nonché i principali stakeholder, tra cui organizzazioni come il Consiglio Europeo degli Architetti, il World Business Council for Sustainable Development e alcune grandi aziende tra cui Skanska, Saint Gobain e Stora Enso.

Questa lettera arriva in un momento cruciale: a settembre il World Green Building Council (WorldGBC) ha pubblicato il rapporto "Bringing embodied carbon upfront - Coordinated action for the building and construction sector to tackle embodied carbon" delineando le azioni che i governi, l’industria e la società civile devono intraprendere per ridurre le emissioni di CO2 provenienti dagli edifici, considerando quelle in fase d’uso e quelle inglobate nei materiali da costruzione.

La neo-eletta presidente della Commissione Europea, Ursula Von Der Leyen, ha delineato un ambizioso programma europeo per il clima. La realizzazione di questa agenda richiede una leadership audace e l'istituzione di politiche forti che consentano al settore delle costruzioni di far fronte al proprio impatto sulle emissioni di lungo l’intero ciclo di vita.

La Commissione europea ha già gettato le basi per sostenere una politica forte in grado di supportare la riduzione delle emissioni lungo l’intero ciclo di vita. Lo Schema Level(s) è un insieme di indicatori europei comuni che forma uno strumento di rendicontazione trasparente e armonizzato per misurare e rendicontare le prestazioni degli edifici durante l'intero ciclo di vita.

Facendo eco alle richieste del Manifesto pubblicato di recente da World GBC Europe, la lettera invita la Commissione europea a sostenere l'integrazione di Level(s) in una serie di politiche dell'UE o in un quadro normativo, una potenziale "Direttiva sulla sostenibilità degli edifici". Un primo passo realizzabile potrebbe essere l'integrazione degli indicatori di emissioni di CO2 nell’intero ciclo di vita, di economia circolare e di benessere, nel quadro normativo esistente, entro il 2024.

La lettera conclude che la comunità di stakeholder europei è pronta a collaborare con la Commissione entrante per sfruttare appieno il potenziale di Level(s) nel promuovere l’edilizia sostenibile e fornisce una serie di raccomandazioni sugli ambiti in cui la Commissione europea può avviare questo lavoro.


La lettera "Level (s) - A Collective Vision" è disponibile, in lingua inglese, a questo link.

Continua a Leggere »