Salta al contenuto


 /documents/20182/1079216/SGGE.jpg/520250c7-a7b8-457f-aa95-2ffda56143db?t=1571220685006
16 ott 2019

Gli Stati Generali della Green Economy | 5-6 nov 2019

L’ottava edizione degli SGGE2019, quest’anno dedicata al tema “Green New Deal e sfida climatica: obiettivi e percorso al 2030” si svolgerà il 5 e 6 novembre 2019 alla Fiera di Rimini di Italian Exhibition Group, nell'ambito di Ecomondo.

Partecipare è semplice. Basta seguire gli step riportati di seguito e procedere con la registrazione online:
•    accedere alla pagina di registrazione su: www.statigenerali.org/partecipa/
•    effettuare la registrazione online inserendo i propri dati personali
•    l’iscrizione è completa! È necessario solo stampare il biglietto o salvarlo sul telefono e conservarlo per l’ingresso in fiera per evitare le code
L'iscrizione è gratuita. C’è tempo fino al 4 Novembre!

Il programma di dettaglio sarà disponibile a breve, intanto é possibile consultare il calendario delle sessioni: Calendario

In Europa la nuova Commissione europea e in Italia il nuovo Governo e la nuova maggioranza hanno avanzato, per la prima volta, la proposta di promuovere un “Green New Deal” per affrontare congiuntamente la crisi ambientale, a partire da quella climatica, la bassa crescita economica. Gli Stati generali della green economy del 2019 sono dedicati a formulare idee e proposte per sostenere, dare forza e concretezza ad un Green New Deal: un vasto cambiamento che punta insieme ad un consistente taglio delle emissioni di gas serra e a rilanciare nuovo sviluppo e nuova occupazione.

I lavori prenderanno il via con la sessione plenaria di apertura la mattina del 5 novembre durante la quale verranno presentate la Relazione 2019 sullo stato della green economy e le proposte per un Green New Deal, elaborate dal Consiglio nazionale della green economy, rivolta in particolare ai decisori politici del Parlamento e del Governo.

Nel pomeriggio del 5 novembre, si svolgeranno le 3 sessioni tematiche di approfondimento e consultazione, sui seguenti temi:

  • Il Green New Deal per le città: un programma nazionale di rigenerazione urbana – in collaborazione con il Green City Network
  • Il Green New Deal per la circular economy: indirizzi per il recepimento delle Direttive e le necessarie infrastrutture – in collaborazione con il Circular economy network
  • Il Green New Deal per il territorio: il ruolo delle imprese per valorizzare l’agricoltura e il capitale naturale – in collaborazione con Ministero delle politiche agricole*

 

Gli Stati Generali della Green Economy proseguiranno la mattina del 6 novembre, con la sessione plenaria internazionale dedicata al tema “Clima e Green New Deal: i trend internazionali e il ruolo delle imprese” che vedrà la partecipazione di autorevoli relatori istituzionali e del mondo delle imprese nazionali e internazionali.

I lavori si concluderanno il pomeriggio del 6 novembre, con la sessione di approfondimento, Green New Deal per la mobilità: less, electric, green, shared – muoversi con leggerezza, in collaborazione con l’Osservatorio nazionale sharing mobility.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/1079216/gbc-rebuild-off-site-academy.jpg/0dad8e14-5098-4a75-be9d-5f3e8386df8f?t=1571215160685
16 ott 2019

REbuild Off-site Academy 2019

L’edilizia off-site rappresenta una nuova sintesi tra costruzioni e manifattura, tra processi produttivi ampiamente consolidati e nuove tecnologie digitali. La produzione dei componenti destinati all’edilizia si sposta dal cantiere alla fabbrica, con un aumento della produttività, dell’efficienza e della qualità e una conseguente riduzione dei costi.

L’Off-site Academy è un’iniziativa di REbuild che nasce per accompagnare l'innovazione del settore in Italia, fornendo agli operatori delle costruzioni e del real estate le chiavi di lettura, gli strumenti e le competenze necessarie.

Il percorso formativo è dedicato a tutti i player della filiera, in particolar modo a Progettisti, Costruttori, Sviluppatori, Real Estate, Produttori di componenti e materiali per l’edilizia. Come già sperimentato nel format 2018, il programma prevede una prima giornata di formazione frontale e una seconda giornata dedicata alla Modula Hackathon, il workshop per progettare con l'innovativo sistema "PRISM".

L'Off-site Academy si terrà a Base Milano in Via Bergognone 34, nei giorni martedì 12 e mercoledì 13 novembre 2019.

Per i Soci di GBC Italia è previsto uno sconto del 25% sul biglietti di accesso (valido fino al 28 ottobre 2019); contattaci per ottenere  il codice sconto: scrivi a eventi@gbcitalia.org.

Scopri il programma e i dettagli del corso sul portale di REbuild: clicca qui.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/1079216/gbc-news-keyenergy-2019.jpg/6c0e6e3c-f171-43f7-9b1f-fcb053c6e4eb?t=1571137712850
15 ott 2019

Rigenerazione urbana e Riqualificazione degli edifici a Key Energy

Quali prospettive per le città green e l’efficientamento degli edifici?

A Key Energy 2019, giovedì 7 novembre GBC Italia sarà protagonista di due importanti appuntamenti dell'edizione 2019 che si svolge in contemporanea a Ecomondo.

La mattina, nel panel “Rigenerazione urbana sostenibile”, cercheremo di inquadrare il tema della riqualificazione dei territori alla luce degli obiettivi di sviluppo sostenibile promossi dalle Nazioni Unite, raccontando i casi di eccellenza come quello della città di Milano ed i progetti innovativi che supportano questa transizione.

Il pomeriggio, nel convegno dal titolo “Efficientamento edifici esistenti”, discuteremo il tema della riqualificazione profonda degli edifici come opportunità per un rilancio del settore e degli strumenti di finanziamento evoluti per avviare la riqualificazione a larga scala, come per esempio i mutui verdi.

Scarica la locandina con il programma completo: CLICCA QUI.

Ricordiamo inoltre che a ogni socio è riservato un ingresso gratuito. Scrivi a eventi@gbcitalia.org per ricevere il tuo codice d'ingresso omaggio!

Vi segnaliamo infine il workshop "Il Green Building come driver competitivo per le imprese turistiche", che si terrà venerdì 8 novembre in occasione della Innovation Building Marathon, un'iniziativa promossa in collaborazione con Ecomondo - KeyEnergy. In particolare all'interno dell'evento, nella sessione 1 introdotta e coordinata dal vicepresidente di GBC Italia Marco Mari, si parlerà dei nuovi orizzonti del green building applicati alla progettazione dell’edilizia turistica. Clicca qui per ulteriori dettagli.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/1079216/Img+lettera.jpg/6bb2e4f4-b405-4ed1-8cd8-d77015059637?t=1570715179384
10 ott 2019

Riduzione delle emissioni degli edifici: le raccomandazioni per la Commissione europea

Gli stakeholder del settore delle costruzioni raccomandano di integrare nelle policy europee i criteri di riduzione delle emissioni lungo l’intero ciclo di vita degli edifici.

Una coalizione di oltre 30 organizzazioni che lavorano nel settore delle costruzioni ha firmato una lettera aperta alla Commissione europea delineando la propria opinione sul potenziale trasformativo che lo Schema Europeo Level(s) può svolgere nel promuovere l’edilizia sostenibile e sostenere gli obiettivi chiave in materia ambientale, economica e sociale.

Tra i firmatari di questa visione vi sono i Green Building Council e le principali organizzazioni commerciali che rappresentano oltre 4.500 membri nel settore dell'edilizia e immobiliare, nonché i principali stakeholder, tra cui organizzazioni come il Consiglio Europeo degli Architetti, il World Business Council for Sustainable Development e alcune grandi aziende tra cui Skanska, Saint Gobain e Stora Enso.

Questa lettera arriva in un momento cruciale: a settembre il World Green Building Council (WorldGBC) ha pubblicato il rapporto "Bringing embodied carbon upfront - Coordinated action for the building and construction sector to tackle embodied carbon" delineando le azioni che i governi, l’industria e la società civile devono intraprendere per ridurre le emissioni di CO2 provenienti dagli edifici, considerando quelle in fase d’uso e quelle inglobate nei materiali da costruzione.

La neo-eletta presidente della Commissione Europea, Ursula Von Der Leyen, ha delineato un ambizioso programma europeo per il clima. La realizzazione di questa agenda richiede una leadership audace e l'istituzione di politiche forti che consentano al settore delle costruzioni di far fronte al proprio impatto sulle emissioni di lungo l’intero ciclo di vita.

La Commissione europea ha già gettato le basi per sostenere una politica forte in grado di supportare la riduzione delle emissioni lungo l’intero ciclo di vita. Lo Schema Level(s) è un insieme di indicatori europei comuni che forma uno strumento di rendicontazione trasparente e armonizzato per misurare e rendicontare le prestazioni degli edifici durante l'intero ciclo di vita.

Facendo eco alle richieste del Manifesto pubblicato di recente da World GBC Europe, la lettera invita la Commissione europea a sostenere l'integrazione di Level(s) in una serie di politiche dell'UE o in un quadro normativo, una potenziale "Direttiva sulla sostenibilità degli edifici". Un primo passo realizzabile potrebbe essere l'integrazione degli indicatori di emissioni di CO2 nell’intero ciclo di vita, di economia circolare e di benessere, nel quadro normativo esistente, entro il 2024.

La lettera conclude che la comunità di stakeholder europei è pronta a collaborare con la Commissione entrante per sfruttare appieno il potenziale di Level(s) nel promuovere l’edilizia sostenibile e fornisce una serie di raccomandazioni sugli ambiti in cui la Commissione europea può avviare questo lavoro.


La lettera "Level (s) - A Collective Vision" è disponibile, in lingua inglese, a questo link.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/1079216/gbc-news-nizza-monferrato.jpg/ee60d865-5634-4ab5-af6a-b427d81f9850?t=1570635430570
09 ott 2019

Architetture nei territori d’eccellenza: sostenibilità e criteri ambientali minimi (CAM)

L’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Asti in collaborazione con il Comune di Nizza Monferrato e il Chapter Piemonte di Green Building Council Italia organizza Giovedì 24 ottobre 2019 presso il Foro Boario – Nizza Monferrato il convegno dal titolo “Architetture nei territori d’eccellenza: sostenibilità e criteri ambientali minimi (CAM)”.

Un’esclusiva giornata di studi dedicata alla tutela del Patrimonio Materiale del sito UNESCO “I Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato”. Attraverso il coinvolgimento degli attori che concorrono al traguardo della sostenibilità applicata ai processi di progettazione, professionisti, istituzioni, tecnici di Pubbliche Amministrazioni e imprese discutono l’adozione di nuovi strumenti operativi che ambiscano alla massima qualità ambientale delle opere. Il convegno vuole fornire un inquadramento organico dei “Criteri Ambientali Minimi” in edilizia, la cui utilizzazione consente alle stazioni pubbliche appaltanti di ridurre gli impatti ambientali degli interventi di nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione degli edifici.

Ai tavoli di lavoro sono chiamati alcuni dei massimi esperti su questi temi che, insieme ai rappresentanti delle istituzioni locali e regionali, intendono porre le basi per un nuovo approccio culturale, amministrativo e imprenditoriale alla materia. Inoltre saranno presentati casi di successo di applicazione del Protocollo LEED realizzati sul territorio piemontese.

Nato come necessità di incrementare ulteriormente la qualità degli interventi e rispondere alle aspettative di eccellenza di chi intende abitare e vivere in territori riconosciuti Patrimonio Mondiale dell’Umanità, l’appuntamento si pone come un momento di riflessione condiviso sullo stato dell’arte delle costruzioni.

Scarica il programma completo: clicca qui.

Continua a Leggere »