24 ott 2019

Convegno | Green Building & Sustainable Development Goals

GBC Italia organizza, in occasione dell'Assemblea Nazionale dei Soci del 13 dicembre a Milano, un convegno dal titolo "Green Building & Sustainable Development Goals".

Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals - SDGs) costituiscono una serie di obiettivi concordati dall’Organizzazione delle Nazioni Unite, nel tentativo risolvere un’ampia gamma di problematiche riguardanti lo sviluppo economico e sociale, quali la povertà, la fame, la salute, l’istruzione, il cambiamento climatico, l’uguaglianza di genere, l’acqua, i servizi igienico-sanitari, l’energia, l’urbanizzazione, l’ambiente e l’uguaglianza sociale.

I 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile sono nel loro insieme di vasta portata, ma ci sono 9 obiettivi in particolare a cui i green building possono contribuire in maniera significativa.

In questo contesto, infatti, i green building sono un’opportunità non solo per risparmiare energia, acqua e ridurre le emissioni di CO2, ma anche per educare, creare posti di lavoro rafforzare le comunità, migliorare la salute e il benessere e molto altro ancora.

Il convegno, che si terrà presso la sede di Assimpredil ANCE a Milano e vedrà anche la presenza di ospiti internazionali, indagherà le possibilità per l’edilizia sostenibile di diventare un vero catalizzatore per affrontare alcuni dei problemi più urgenti del mondo.

ISCRIVITI QUI

PROGRAMMA (download qui)

9.00 Welcome coffee & Registrazione partecipanti

9.30 Saluti

Giuliano Dall’Ò Presidente GBC Italia
Alessandro Lodigiani Segretario Chapter Lombardia GBC Italia

9.40 Presentazione

Giuliano Dall’Ò Presidente GBC Italia

10.00 Interventi

Modera: Marco Mari Vicepresidente GBC Italia

Gianni Bottalico ASviS
Edoardo Croci Università Bocconi
Marco Granelli Assessore Mobilità e Lavori Pubblici Comune di Milano
Marianne Borgen Sindaco Città di Oslo*
Paolo Cresci ARUP Italia
Francesco Bertelloni Ambiente SC

11.30 Tavola rotonda con i referenti degli sviluppatori

Modera: Giuliano Dall’Ò Presidente GBC Italia, Politecnico di Milano

Stefano Corbella Coima
Attilio Di Cunto EuroMilano
Nadia Boschi Lend Lease
Alessandro Meneghelli Risanamento
Marco Dettori Assimpredil ANCE Milano, Lodi, Monza e Brianza

13.30 Chiusura lavori

*to be confirmed


INFORMAZIONI

L'evento si terrà venerdì13 dicembre presso la sede di Assimpredil ANCE a Milano, in Via San Maurilio, 21

Scarica l'ultima versione del programmaclicca qui.

Richiesta rilascio CREDITI FORMATIVI PROFESSIONALI (4 CFP) per Architetti e Ingegneri inoltrata all’Ordine e in attesa di conferma.

Nel pomeriggio si terrà la consueta Assemblea Generale dei Soci di GBC Italia, anticipata da un light lunch di networking.


CON IL SUPPORTO DI

         


CON IL PATROCINIO DI

          *

 
*(richiesto)



15 nov 2019

Parte il progetto europeo Life for LCA LCC Level(s)

Il 28 e 29 ottobre 2019 si è svolto a Madrid un incontro preparatorio con l'obiettivo di lanciare il progetto Life for LCA LCC Level(s) e quindi iniziare le attività previste. Il progetto punta ad aumentare la conoscenza dello schema Europeo Levels, in particolare per gli indicatori per la valutazione del ciclo di vita (Life Cycle Assessment - LCA), del costo del ciclo di vita (Life Cycle Costing - LCC) e la qualità dell'aria interna (Indoor Air Quality - IAQ).
Il progetto Life for LCA LCC Level(s) (abbreviato: LIFE Level(s)) ha ricevuto finanziamenti dal programma LIFE dell'Unione Europea. Il progetto durerà tre anni, dal 2019 al 2022.

Di cosa tratta il progetto?

L'idea principale del progetto è quella di allineare la valutazione della sostenibilità degli edifici in Europa attraverso una maggiore consapevolezza e integrazione degli indicatori dello schema Level(s), una serie di indicatori comuni dell'UE per affrontare le prestazioni ambientali del ciclo di vita degli edifici. Un altro obiettivo è quello di raggiungere il maggior consenso tra i principali attori del settore e del governo sulla necessità di utilizzare Level(s) e di uno schema di approccio al ciclo di vita per affrontare il rischio climatico e ambientale. Inoltre, il progetto intende creare le condizioni per l’utilizzo di Level(s) in Europa, attraverso lo sviluppo delle capacità delle parti interessate in tutto il settore, e coinvolgendo le amministrazioni pubbliche al fine di allineare i criteri degli appalti pubblici verdi (GPP) a Level(s) e identificare i necessari requisiti amministrativi.
L'importanza del progetto sta nel suo approccio nei confronti di centinaia di potenziali collaboratori provenienti da vari settori come l'industria, il settore pubblico e le organizzazioni non governative con lo scopo di creare contemporaneamente una base per lo sviluppo delle future politiche di sviluppo sostenibile europee e nazionali, un miglioramento delle prestazioni ambientali e climatiche e la creazione di cambiamenti economici e sociali positivi.

Consorzio internazionale

I partner del progetto sono alcuni Green Building Council più riconoscibili in Europa, noti per il loro successo in termini di governance, inclusione e impatto sul mercato. Il consorzio è composto da Green Building Council España (GBCe), Croazia GBC, Dutch GBC (DGBC), Alliance HQE-GBC, GBC Finland (FiGBC), GBC Italia, German Sustainable Building Council (DGNB) e Irish GBC (IGBC). I partner del progetto sono stati attivamente coinvolti nello sviluppo di Level(s), nel supporto alla fase di test e alla sua diffusione negli Stati Membri, e all'integrazione dei suoi criteri negli appalti pubblici.


 The Life for LCA LCC Level(s) project (short: LIFE Level(s)) has received funding from the LIFE Programme of the European Union. The European Union's support for the production of this publication does not constitute an endorsement of the contents, which reflect the views only of the authors, and the EU cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein.



25 mar 2019

Proclamati i vincitori dei GBC Italia Awards 2018

Le migliori iniziative italiane di edilizia sostenibile sono state premiate il venerdì 22 marzo presso Assimpredil ANCE a Milano.
Una celebrazione che ha dato evidenza dei lavori e della crescita del movimento green dell’edilizia sotto più fronti. 

GBC Italia ha proclamato i vincitori per le seguenti categorie di premio:

Vincitore Categoria Leadership in Design & Performance
Prysmian New Headquarter
Manens-Tifs | Milano


Premio ritirato da Daniele Sartori- Manens Tifs
Nella foto da sx: Daniele Sartori; Giuliano Dall’Ò, Presidente GBC Italia e Marco Mari, Vicepresidente GBC Italia

Progetto certificato: LEED Platinum
Punteggio: 85/110
Proprietario del progetto: Prysmian S.p.A.
Progettazione Architettonica Generale e Direzione Artistica: Maurizio Varratta architetto
Progetto Strutturale, Direzione Lavori delle strutture: SCE Project SRL
Progetto impianti elettrici e speciali: Manens-Tifs SpA
Progetto impianti termomeccanici: Manens-Tifs SpA
LEED AP (Design e Construction): Fabio Viero, Manens-Tifs SpA
Impresa fase di strip-out, Demolizioni: Armofer s.r.l., Pavia
Impresa di costruzioni, General Contractor: Italiana Costruzioni SpA
Consulenza LEED per General Contractor: L22 SpA
Space planning: DEGW Italia
Direzione Lavori: Studio Tekne SpA
Fundamental Commissioning LEED: Manens-Tifs SpA
Lighting Design: Manens-Tifs SpA
Commissioning Authority: Manens-Tifs SpA

Il nuovo Headquarters Prysmian a Milano è un edificio complesso con un’immagine semplice realizzato attraverso la trasformazione di un edificio industriale che è stato completamente demolito e poi totalmente riciclato. Della fabbrica precedente il nuovo complesso ne ricalca la geometria ma la rielabora in funzione delle nuove esigenze riutilizza le vecchie fondazioni senza scavi aggiuntivi soprattutto riusa il sedime senza consumare suolo vergine e nel contempo contribuisce a ricucire il tessuto urbano degradato. Un edificio green certificato LEED Platinum che ha elevati standard di confort ambientale legati alla qualità degli spazi caratterizzati dalla presenza delle due grandi serre bioclimatiche, che raggiunge elevate prestazioni energetiche in grado di ridurre i consumi grazie anche alle falde fotovoltaiche dei tetti ed al sistema di schermature solari che segue tutti i principi legati alla sostenibilità ambientale che ha ottenuto i massimi punteggi del protocollo LEED NC 2009.

Approfondimento del progetto | Foto

________________________

Vincitore Categoria 2: Leadership d’Impresa e Sostenibilità
Ex aequo: Biopietra e Mapei

 
Premio ritirato da. Mauro Maffizzoli, Biopietra e Mikaela Decio, Mapei
Nella foto da sx: Mauro Maffizzoli, Marco Mari, Mikaela Decio e Giuliano Dall'O'

Il Gruppo Mapei, guidato da una radicata strategia di internazionalizzazione, è oggi uno dei maggiori player internazionali nel mercato degli adesivi, dei sigillanti e dei prodotti chimici per l’edilizia e il suo marchio è riconosciuto in tutto il mondo come simbolo di qualità e innovazione, professionalità e competenze, efficienza e durabilità. Grazie all’intensa attività di Ricerca e Sviluppo, al proprio know-how professionale e alla qualificata assistenza tecnica, Mapei ha saputo crescere passo dopo passo, rispondendo e, spesso anche anticipando, le esigenze mutevoli del mercato, anche nei momenti più duri del settore delle costruzioni. il profilo del Gruppo è caratterizzato da una filosofia del “fare impresa” che mira allo sviluppo di prodotti sempre più sostenibili, sia in termini di tutela della salute delle persone sia di salvaguardia dell’ambiente, e da un’attività di comunicazione corretta e trasparente delle proprie performance che ha l’obiettivo di mantenere vivo e profondo il legame che lega il Gruppo ai propri clienti e collaboratori. Grazie ad un percorso strutturato di specializzazione, il Gruppo è oggi in grado di offrire sul mercato soluzioni e sistemi che coprono tutti i settori dell’edilizia, dagli edifici civili di piccole dimensioni alle grandi opere infrastrutturali, dalle nuove costruzioni agli interventi di ripristino.

Approfondimento

Biopietra® nasce da un progetto innovativo per la produzione di rivestimenti in pietra ricostruita ecologica certificata per la bioedilizia da utilizzare come elementi decorativi sia per interni che per esterni.  Da oltre 35 anni ricerca la qualità e firma un ciclo produttivo interamente italiano che assicura ai prodotti l’assenza di emissioni nocive (COV, radon, formaldeide, resine e altre sostanze dannose) tutelando la salute dell’uomo e l’ambiente. Mission dell’azienda è migliorare la qualità dell’ambiente nel quale viviamo quotidianamente, offrendo prodotti conformi ai requisiti stabiliti dalle autorità competenti e in armonia con la salute dell’uomo. Ricerca ed innovazione ispirano la creazione di tutti i prodotti Biopietra®. Il team è sempre alla ricerca di nuove soluzioni architettoniche e di design per la decorazione di ogni ambiente con il fine di migliorarne la qualità. L’ambiente in cui viviamo influenza il nostro modo di vivere e tutto ciò che facciamo; ecco perché è importante creare sempre più prodotti che rispettino l’ambiente per garantire un futuro alle prossime generazioni.

Approfondimento

________________________

Vincitore Categoria 3: Leadership in Green Building nel Settore Pubblico | Premio Mario Zoccatelli
HeLLo - Heritage energy Living Lab onsite
Dipartimento di Architettura, Universtià degli Studi di Ferrara


Premio ritirato da Prof. Davoli e dr. Marta Calzolari
Nella foto da sx: Prof. Davoli e dr. Marta Calzolari –UNIFE; Marco Mari, Vicepresidente GBC Italia; Giuliano Dall’Ò, Presidente GBC Italia.

Ente pubblico candidato: Dipartimento di Architettura, università di Ferrara
Denominazione della iniziativa: HeLLo - Heritage energy Living Lab onsite
Durata progetto: 01 Ottobre 2018 – 30 Settembre 2020
Socio Proponente: Dipartimento di Architettura, Università degli Studi di Ferrara

Il progetto HeLLo mira ad aumentare la consapevolezza degli addetti ai lavori e la conoscenza delle reali potenzialità di alcune soluzioni di retrofit nel caso di intervento sugli edifici storici. Infatti, il mercato delle costruzioni offre oggi numerose tecnologie pensate specificatamente per edifici di nuova costruzione. Molto spesso si dà per scontato che la loro applicazione e i risultati ottenibili offrano le stesse performance anche in contesti storici. Tuttavia, non sempre è possibile fare queste generalizzazioni a causa di potenziali incompatibilità o criticità difficilmente prevedibili in fase di progetto. Il progetto intende creare un vero e proprio laboratorio di monitoraggio, dove testare direttamente su un caso studio storico le prestazioni di alcuni materiali isolanti per fornire dati reali utili alla progettazione più consapevole degli interventi. Il laboratorio aprirà le porte agli stakeholder per far vivere l’"esperienza sperimentale" anche al di fuori del mondo accademico. Attraverso un progetto di disseminazione i risultati delle prove sperimentali potranno essere condivisi con un pubblico vasto di potenziali fruitori: i professionisti interessati all’applicazione delle soluzioni di retrofit, gli studenti e i dottorandi attirati dalla ricerca sperimentale, cosi come i responsabili degli enti preposti all’approvazione degli interventi.

Approfondimento

________________________

Vincitrice Premio Mirna Terenziani
Iris Visentin
Università di Ferrara | Progetto iTEST

 
Premio ritirato da Iris Visentin, Università di Ferrara | Nella foto da sx: Donatella Diolaiti, vincitrice nel 2017; Iris Visentin; Giuliano Dall’Ò; Presidente GBC Italia; Marco Mari, Vicepresidente GBC Italia.

Chi opera con rating system di sostenibilità quali il sistema LEED, sa benissimo che la fase più impegnativa, il vero scoglio, si ha all’inizio della partita, quando si entra in questo settore e lo si conosce a livello superficiale e non si ha ancora l’esperienza per sapere se e come il progetto su cui stiamo lavorando abbia le caratteristiche per poter essere certificato. Per supportare questa fase l'iniziativa Green ITEST, una Web App concepita come uno strumento per facilitare progettisti e committenti in questa primissima fase. Attraverso una sequenza di domande a risposta semplice e intuitiva, il professionista, il committente o chiunque ne abbia la curiosità verso il sistema LEED, è guidato a prendere in considerazione prerequisiti e crediti ai fini della certificazione.
Il Test prosegue con un’indicazione qualitativa sulla fattibilità della certificazione, identificando quelli che potrebbero essere ostacoli ai fini della stessa, come ad esempio il non rispetto di un requisito minimo di programma o di un prerequisito o il non raggiungimento di un punteggio minimo.

Approfondimento del progetto
________________________

Vincitore Premio Chapter dell'Anno
Chapter Veneto - Friuli Venezia Giulia

 

Premio ritirato da Mauro Roglieri, segretario del Chapter Veneto - Friuli Venezia Giulia

ll Premio Chapter dell’Anno è stato assegnato alla squadra dei soci del Chapter Veneto - Friuli Venezia Giulia, il cui numero di soci raggiunge quota 61.
La sezione territoriale veneta di GBC Italia si è impegnata su più fronti:  dall’organizzazione di eventi alle attività di advocacy; dalla formazione alle partnership con enti del territorio. Tra le attività più siginificative vi è la fondazione del Venetian Green Building Cluster. Ha ritirato il premio il segretario del Chapter Mauro Roglieri di MR Energy.

Scopri tutte le candidature dell'edizione  dei GBC Italia Awards: clicca qui.

 



13 nov 2019

A Greenbuild per l’internazionalizzazione di GBC Historic Building

Sulla strada per l’internazionalizzazione di GBC Historic Building, GBC Italia sarà presente a Greenbuild Atlanta il 20 novembre per presentare il protocollo nel seminario organizzato dal socio UL: Bringing Sustainability to the Forefront of Historic Building Renovation with GBC HB che ha registrato il tutto esaurito da settimane.

In questa sessione, i partecipanti, di diversa provenienza internazionale, verranno a conoscenza del rating system GBC Historic Building e dei suoi criteri di sostenibilità studiati specificatamente per le ristrutturazioni di edifici storici.

Per chi fosse interessato, grazie all’ospitalità di UL, sarà possibile gradire di caffè e cocktails allo stand #1923.

Per maggiori informazioni: eventi@gbcitalia.org



12 nov 2019

Salubrità e Comfort nell’abitare. Il dialogo tra gli esperti e le soluzioni del mercato

Il 30 ottobre 2019 si è svolto a Roma il seminario organizzato da GBC Italia in collaborazione con SIMA, la Società Italiana di Medicina Ambientale per affrontare il tema della salute e del benessere dell’uomo all’interno degli edifici e presentare alcune case history in cui si sono raggiunte elevate prestazioni di comfort.

L’uomo passa più dell’80% del suo tempo all’interno degli edifici la cui qualità costruttiva influisce in modo significativo sulla sua salute psicofisica e sulla produttività delle attività svolte per questo possiamo sostenere che il comfort ambientale sta diventando un fattore sempre più premiante per il valore dell’edificio.

Un’attenta progettazione integrata del sistema involucro-impianto permette di controllare i fattori da cui dipende il benessere dell’uomo all’interno degli edifici e raggiungere un elevato livello di comfort, riducendone il fabbisogno energetico.

L’evoluzione tecnologica dei materiali e dei sistemi costruttivi, unita ai processi di progettazione e costruzione sostenibili, permette di sviluppare soluzioni architettoniche che rispondono al meglio alle esigenze dell’abitare.

“Negli ultimi cinquant’anni gli effetti dell’azione dell’uomo sul nostro pianeta hanno determinato una situazione di forte criticità – afferma Alessandro Miani, Presidente SIMA, in una nota – La ricerca di nuovi paradigmi di vita che possano conciliare uomo e ambiente sono al centro del dibattito mondiale e danno frutto a numerosi e ambiziosi progetti. In questo contesto il tema della sostenibilità e del comfort nell’abitare diventa strumento strategico, contribuendo a ridurre l’impatto di molti fattori ambientali sulla salute umana, animale, vegetale. Dal risparmio energetico al monitoraggio e mitigazione degli inquinanti dell’aria indoor, all’uso consapevole dell’acqua di casa, all’uso di materiali naturali o riciclati, nell’ottica dell’economia circolare, sino ad arrivare alla riqualificazione di edifici storici in chiave sostenibile, l’ingegneria, l’architettura, il design, le aziende tutte della filiera edilizia sono e saranno sempre più gli attori protagonisti del processo virtuoso utile alla salvaguardia del pianeta e alla riduzione dell’esposizione umana alle determinanti ambientali della salute. Per questo, come Società Italiana di Medicina Ambientale, guardiamo con attenzione ed interesse al lavoro di Green Building Council Italia e siamo certi possano nascere tra le nostre due realtà proficue e concrete collaborazioni già a partire dal 2020.”

“Serve accelerare le azioni che possano garantire un reale sviluppo sostenibile - dichiara Marco Mari, Vicepresidente di GBC Italia - già oggi grazie anche alla Community che si riconosce in GBC Italia, il nostro Paese si distingue in Europa e nel mondo per 14 milioni di metri quadri di opere edilizie certificate o in via di certificazione con i protocolli energetico-ambientali della famiglia LEED-GBC, ma l’attuale crescita seppur positiva non è ancora sufficiente. Operare secondo le metriche del Green Building permette di influenzare positivamente tutta l'economia nazionale con significativi benefici ambientali e sociali generati per proteggere le persone, anche e soprattutto per gli aspetti di salubrità e confort degli ambienti interni. I casi concreti presentati nel convegno stanno a testimoniare la forte capacità della filiera edilizia di interpretare positivamente il cambiamento necessario e, per supportarlo, la nostra Associazione ricerca attivamente collaborazioni. In tale logica, il dialogo intrapreso con SIMA è parte integrante delle azioni che riteniamo di grande valore.”

Nel seminario sono state presentate le tecniche progettuali, quali le simulazioni dinamiche e le certificazioni di sostenibilità a cura di Manens-Tifs e Frigerio Design Group. Dalle loro presentazioni è emerso che elevati standard di vivibilità e benessere all’interno degli edifici permettono alle aziende di risparmiare fino a 3.000€ per dipendente all’anno grazie all’aumento di produttività, alla riduzione di assenze per malattia e al benessere degli occupanti.

Le tecniche costruttive innovative disponibili attualmente nel mercato sono state presentate da aziende come Panasonic, Knauf Insulation, PPG Univer e Flooring Corporation. Infine, Enrico Grillo, consigliere del Chapter Lazio ha portato le considerazioni finali, evidenziando come gli esempi discussi siano utili ai fini di raggiungere una sempre maggiore sostenibilità a elevate prestazioni di comfort.

È possibile consultare gli atti del convegno QUI