23 ott 2018

Venetian Green Building Cluster: costituito il consorzio di rappresentaza

Nuovo importante passo per Venetian Green Building Cluster che riunisce gli operatori veneti della filiera dell’edilizia e delle costruzioni con lo scopo di sviluppare e innovare l’edilizia sostenibile, accelerare la trasformazione green dell’intero settore, sostenere processi di rigenerazione urbana ed edilizia sostenibile, promuovere nuovi modelli di business connessi allo sviluppo di città intelligenti, all’Industria 4.0, alla trasformazione del mercato immobiliare, alla limitazione del consumo di suolo.

Venerdì 12 ottobre, di fronte al notaio, è stata “firmata” la costituzione del consorzio di rappresentanza della rete innovativa regionale riconosciuta recentemente dalla Regione Veneto con delibera 1304 della Giunta, come Rete Innovativa Regionale e promossa da Chapter Veneto di Green Building Council Italia, da Confindustria Venezia Rovigo, Fondazione Univeneto, CNA Veneto, ANCE Veneto, Unioncamere Veneto, Confartigianato Veneto, ANACI Veneto.

I componenti del consorzio e i rispettivi consiglieri sono i seguenti:

  • Ance Veneto Progetti S.R.L., Salmistrari Giovanni, Presidente
  • Green Building Council Italia, Roglieri Mauro, Vice Presidente
  • Fondazione Univeneto, Romagnoni Piercarlo, Consigliere
  • Seingim Global Service S.R.L., Pinton Fabio, Consigliere
  • Ecipa Societa' Consortile A Responsabilita' Limitata, De Col Moreno, Consigliere
  • Istituto Veneto Per Il Lavoro, Casteller Mirco, Consigliere

 

Questa fase organizzativa, che terminerà con i primi incontri dei rappresentanti del consorzio, a breve lascerà spazio allo sviluppo della progettazione ed alla messa in pratica delle azioni contenute nei principi cardine di Venetian Green Building Cluster, ad esempio per lo studio di metodologie e tecnologie innovative a supporto della progettazione sostenibile di edifici e città, del restauro conservativo, del miglioramento delle performance di impianti ed involucri, dell’invenzione di nuovi materiali, della definizione di nuovi modelli finanziari in grado di sostenere la trasformazione del mercato.



15 ott 2018

SAVE THE DATE: 14 dicembre, Milano - Assemblea GBC Italia

Venerdì 14 dicembre presso il Politecnico di Milano si terrà l'Assemblea generale di GBC Italia.

La mattina si terrà un importante convegno internazionale aperto a tutti dal titolo "La decarbonizzazione e l’economia circolare in edilizia e nelle infrastrutture: il ruolo dei rating-system energetico-ambientali". Il convegno, al quale parteciperanno i più importanti referenti internazionali, ha lo scopo di riunire a confronto, per la prima volta in Italia, i diversi sistemi di rating per la valutazione della sostenibilità in edilizia e nelle infrastrutture, facendo emergere gli obiettivi comuni e le peculiarità dei singoli sistemi che costituiscono i principali strumenti per la trasformazione del mercato delle costruzioni.
L’evento sarà suddiviso in due sezioni, una prima di introduzione delle visioni delle politiche di sviluppo dell’edilizia sostenibile ed una seconda di approfondimento dei principali rating system nazionali ed internazionali.

Nel pomeriggio si terrà la consueta  Assemblea generale di fine anno riservata ai Soci in regola con il pagamento della quota associativa.



22 ott 2018

Città Consapevoli | Milano, 26.10.2018

Costruire architetture e spazi urbani centrati sul benessere della persona: è questo il concetto che anima “Conscious Cities 2018”, la quarta edizione del Festival londinese che avrà Milano come ultima tappa dell’evento.


Nello spazio ibrido e multidisciplinare di Lombardini22 - quarto partner del network globale nato a Londra, con New York e Melbourne - si parlerà di Architettura, Spazi Urbani, e Neuroscienze Cognitive, sul piano economico e sociale.


L’appuntamento italiano del Festival Internazionale, il 26 ottobre, approfondirà il grande potenziale di un trend in crescita ma ancora inesplorato, con un divario sostanziale tra richiesta degli utenti e offerta di mercato. Rispondere con cura alle articolate richieste emotive di chi vive gli ambienti risulta un investimento proficuo per tutte le parti in gioco, proprietari di immobili, utenti e developers.
Uffici disegnati per aumentare la produttività e il team building, scuole che favoriscono l’apprendimento, ospedali che riducono i tempi di recupero: le neuroscienze applicate alla progettazione diventano strumento per ottenere una migliore user experience, che si traduce anche in un impatto positivo sulla spesa sanitaria per la cura del disagio psicofisico.


L’evento vedrà protagoniste diverse personalità di settore tra cui Itai Palti, fondatore del movimento “Conscious Cities”, architetto e ricercatore, per raccontare la trasformazione di spazi fisici in un’esperienza multisensoriale attraverso data analysis e nuove tecnologie.
Per approfondire l’impatto neurologico ed emotivo degli ambienti architettonici interverranno Michela Balconi, responsabile del Dipartimento di Ricerca in Neuroscienze Sociali ed Affettive, e Davide Ruzzon, Architetto e Direttore Scientifico del Master NAAD allo Iauv di Venezia, il primo nel mondo dedicato interamente alle Neuroscienze applicate alla progettazione architettonica.
Tra i relatori anche Alice Hollenstein, fondatrice dell’organizzazione Urban Psychology Consulting & Research, con base a Zurigo, concepita per supportare imprenditori edili e urbanisti in questo nuovo approccio alla progettazione.
Per discutere gli effetti negativi e psichici prodotti dalla città moderna e i fattori che devono essere presi in considerazione nel processo di pianificazione urbana interverranno il Presidente RUR (Urban Research Institute) Giuseppe Roma e Piero Pelizzaro, specializzato in resilienza urbana e Chief Resilience Officer al Comune di Milano.
Fabio Bicciato, esperto in Finanzia Etica e Cooperazione Internazionale, parlerà della necessità di investimento sostenibile nel settore immobiliare a fronte di fattori come il cambiamento climatico, le crescenti disuguaglianze sociali e i flussi di migrazione, per generare un impatto che sia incisivo a livello sociale ed ambientale.


Il confronto avverrà nella suggestiva cornice di Lombardini22, la società di progettazione italiana che nel 2013 ha introdotto per prima il dibattito in Italia attraverso il progetto culturale “Empatia degli Spazi”. Un percorso che nel 2016 ha portato, con la Direzione dello stesso Davide Ruzzon, alla fondazione di TUNED: il nuovo strumento di Lombardini22 concepito per guidare lo sviluppo del progetto architettonico in sintonia con le attese emozionali delle persone che li abitano.

 

Scarica qui il programma degli interventi.

La partecipazione è gratuita.
Riserva il tuo posto attraverso Eventbrite
o scrivendo a eventi@lombardini22.com

 

 



18 ott 2018

Connected Living | Come la tecnologia migliora il comfort abitativo degli edifici

Il comfort ambientale sta divenendo il fattore determinante nella valorizzazione degli edifici poiché la qualità costruttiva delle abitazioni e degli uffici influisce in maniera preponderante sia sulla salute psicofisica sia sulla produttività delle attività svolte. Durante l’evento, che si terrà il 26 ottobre a Oderzo (TV) presso The Nice Place, saranno dunque illustrate le tecniche progettuali più innovative e le modalità per ottimizzarle.

PROGRAMMA

13:30 | Welcome coffee e registrazione partecipanti

14:00 | Seminario

Introduzione al seminario
Giorgio Tartaro, giornalista e direttore editoriale

Il comfort ambientale quale fattore premiante il valore dell’edificio
Marco Caffi, Direttore GBC Italia

L’ottimizzazione del comfort e dell’efficienza dell’edificio: le tecniche di simulazione dinamica
Michele De Carli, Professore associato in Energy and Building presso Università degli Studi di Padova

La sostenibilità non è più un’opzione nei percorsi edilizi
Mario Cucinella, Architetto e Fondatore di MCA Mario Cucinella Architects.

16.00 | I player che oggi si contraddistinguono per soluzioni innovative

Sistemi intelligenti di controllo dell’irraggiamento e illuminazione naturale, connettività e comfort
Massimo Riggio, Chief Marketing Officer di Nice

Protezione solare interna nei grandi headquarters: la bidirezionalità nel percorso dell’energia e del controllo
Massimiliano Asara, Responsabile Commerciale di Omnitex

Migliorare la gestione della luce, del calore e del suono grazie alle schermature solari
Matteo Scampini, Direttore Generale di EOSDESIGN

Schermature solari ed ecobonus, dove stiamo andando
Abramo Barlassina, Responsabile Assotende, Federlegnoarredo

Energie interconnesse per il comfort abitativo
Alessandro Trevisan, Relatore Accademia Viessmann

Luce e benessere
Antonio Levantesi, IoT Product Manager di iGuzzini Illuminazione

Case history di edifici certificati con elevate prestazioni di comfort
Andrea Fornasiero, Presidente Comitati Standard di GBC Italia e R&D Engineering di Manens-Tifs

Aperitivo di networking


ISCRIVITI QUI
Connected Living 26/10


NOTA Richiesta accreditamento crediti per architetti inoltrata a CNAPPC e in attesa di conferma

DATA E ORA
venerdì 26 ottobre 2018
13:30 – 19:30

LUOGO
Nice Spa
1 Via Callalta
31046 Oderzo (TV)

LOCANDINA
Clicca qui



15 dic 2017

Decarbonizzazione, economia circolare e l’eccellenza italiana del costruire sostenibile al centro della Convention di GBC Italia
Si è tenuta ieri, 14 dicembre 2017 presso il Politecnico di Milano la Convention di GBC Italia che ha riunito la comunità dei professionisti del green building per discutere del futuro delle costruzioni e più in generale del fenomeno della green economy in Italia e nel Mondo. Oltre 100 le persone presenti provenienti dal mondo profit, associativo e accademico. Un’intera giornata all’insegna della sostenibilità del costruito che si è conclusa con l’assemblea dei soci guidata dalla nuova leadership di Giuliano Dall’Ò.
 
La giornata si è aperta con un momento di confronto che ha fatto il punto sui cambiamenti in atto sia sul piano nazionale che internazionale.

“GBC Italia ha delle enorme potenzialità, facciamo parte di un network europeo, ma anche del network mondiale del World GBC.” Ha dichiarato Il nuovo presidente di GBC Italia Giuliano Dall’Ò che ha presentato e valorizzato l’associazione con tutte le sue potenzialità. “Il lavoro che portiamo avanti per diffondere la certificazione degli edifici non riguarda semplicemente l’ottenimento di una targa, ma è molto importante per tutto il percorso che i protocolli implicano: il fatto che un cantiere venga organizzato in un certo modo, che ci sia una garanzia e che tutto avvenga in assoluta trasparenza. Dobbiamo, inoltre, passare dall’edificio sostenibile all’abitare sostenibile che comporta una filosofia più ampia.”

“Ci sono tutti gli elementi per un rilancio di GBC Italia perché c’è un clima unitario di persone fortemente formate e preparate – ha dichiarato Gianni Silvestrini, former president di GBC Italia - Dobbiamo lavorare unitamente per raggiungere gli obiettivi ambiziosi indicati dalla Strategia Energetica Nazionale che ha inserito il tema della Deep Renovation, la riqualificazione spinta degli edifici. Il tema verrà ulteriormente sottolineato nel programma Clima ed Energia che nei prossimi mesi dovrà essere predisposta ed inviata Parigi. Inoltre l’economia circolare pone l’attenzione sui prodotti e gli scarti dell’edilizia. Decarbonizzazione ed economia circolare definiranno i prossimi percorsi virtuosi in cui GBC Italia dovrà svolgere un ruolo molto importante.”
 
Da oltre oceano arrivano anche gli auguri di buon lavoro di Mahesh Ramanujam, Presidente USGBC GBCI che manda i suoi saluti alla nuova leadership del presidente Giuliano Dall’Ò, rimarcando la stretta partnership che unisce i due GBC.
 
Molti i relatori che si sono susseguiti nella tavola rotonda che è stata moderata da Marco Mari, Vicepresidente di GBC Italia. “L’Italia è un Paese competitivo riconosciuto a livello mondiale per la innata propensione alla qualità e la bellezza dei dettagli – ha dichiarato Marco Mari durante la moderazione del tavolo – Forse non tutti sanno che l'Italia è uno tra i Paesi più avanzati del G20 per quanto riguarda le tecnologie, i servizi e la gestione dell'energia e dell'ambiente. Il green building italiano si distingue per eccellenza. Il mercato dei green building muove un triliardo di dollari nel mondo e sta continuando a crescere anche in Italia.”

 
Molti i temi toccati nella tavola rotonda: dai Criteri Ambientali Minimi per l’Edilizia alla mobilità sostenibile e intermodale; dal restauro sostenibile attraverso il protocollo di certificazione per gli edifici storici GBC Historic Building alle buone pratiche del territorio di Milano e del Chapter Veneto Friuli Venezia Giulia.
Sono intervenuti alla tavola rotonda: Silvano Falocco (Direttore Fondazione Ecosistemi), Mauro Irti (Ance l’Aquila - Commissione Innovazione Tecnologica e Bioedilizia), Gloria Zavatta (Comune di Milano - Direttore AMAT), Andrea Grilletto (Direttore Assorestauro), Lorenzo Radice (Ferrovie dello Stato Italiane - Responsabile Sostenibilità) e Mauro Roglieri (Segretario Chapter Veneto Friuli Venezia Giulia di GBC Italia).
 
Con ognuna delle organizzazioni invitate, in un clima costruttivo e di reciproca stima, sono stati identificati i prossimi passi operativi per estendere le attuali collaborazioni e introdurre le importanti competenze della community GBC Italia in tanti prossimi gruppi di lavoro e commissioni dedicate alla green economy.

 
La sezione della mattina si è conclusa con la Cerimonia di Premiazione dei GBC Italia Awards 2017. Una celebrazione che ha dato evidenza dei lavori e della crescita del movimento green dell’edilizia sotto più fronti. Un’occasione per conoscere le eccellenze del costruire sostenibile e la community dei green builders. I progetti proclamati vincitori sono:
 
  • Per la categoria Leadership in Green Building Design e Performance il premio è stato conferito a Manens Tifs per il Nuovo Centro Direzionale Lavazza che si trova a Torino, certificato LEED 
     
  • Nella categoria Leadership di Impresa e Sostenibilità si è contraddistinta Habitech per la costante attenzione alle tematiche ambientali e di edilizia sostenibile che mette in pratica con programmi di Corporate Social Responsability.
     
  • Per la categoria Leadership in Green Building nel settore pubblico è stato proclamato vincitore il Comune di Orio al Serio candidato dal socio Marchingenio con il progetto GREEN INNOVATION PARK. Un progetto di riqualificazione di un’area abbandonata e degradata che vuole essere restituita alla cittadinanza, creando una piattaforma verde sostenbile e ludica.
     
  • Il Premio Mirna Terenziani dedicato alle donne della comunità di Green Building Council Italia è stato assegnato a Donatella Diolati dell’Università di Ferrara con il progetto LANDSCAPEBIM che trasferisce l'utilità del BIM Building Information Modeling nell’ambito della rigenerazione e pianificazione urbana.
     
  • ll Premio Chapter dell’Anno è stato assegnato alla squadra dei soci del Chapter Lombardia. La sezione territoriale lombarda di GBC Italia si è impegnata su più fronti: dall’organizzazione di eventi alle attività di advocacy; dalla formazione alla firma di numerose partnership con enti e associazioni del territorio; il tutto senza tralasciare l’aumento del numero dei soci e le attività di comunicazione. Ha ritirato il premio il segretario del Chapter Alessandro Lodigiani

Per approfondimenti sui progetti premiati clicca qui.
 
L’evento è stato anche l’occasione per annunciare una ulteriore novità: il premio leadership in green building nel settore pubblico il prossimo anno sarà intestato alla memoria del fondatore ed ex presidente Mario Zoccatelli, come riconoscimento dell’incredibile operato svolto nello sviluppo della community italiana del green building.
 
La convention si è chiusa nel pomeriggio con l’assemblea riservata ai soci. Il nuovo presidente Giuliano Dall’Ò, e il Vicepresidente Marco Mari, in carica da poco più di un mese hanno guidato insieme agli altri consiglieri del Comitato Esecutivo tutte le attività che GBC Italia sta portando avanti in un clima sereno, unitario e propositivo per raggiungere i nuovi e sfidanti obiettivi del prossimo triennio.