30 giu 2022

La modernizzazione delle filiere edilizia e immobiliare è una delle condizioni del rilancio del Paese

Editoriale di Marco Mari, Presidente di GBC Italia

Per decenni, la maggior parte della filiera delle costruzioni e del real estate nazionale ha operato secondo logiche da mercato interno, chiuso alle dinamiche internazionali e poco attento alla qualità e al reale valore prodotto. È oggi di tutta evidenza che questo modello non sia più adeguato.

Le grandi tendenze in atto sono ben note, anche in Europa, dove la spinta alla modernizzazione è sostanzialmente guidata dall’obiettivo di far evolvere il settore verso una “carbon free economy”. È ormai assodato che per le politiche europee gli interventi che mettono a terra la grande quantità di fondi stanziati con il Next Generation EU devono essere “cost effective”, e dunque trasparenti nelle previsioni e nelle rendicontazioni di impatto ambientale, sociale ed economico.

In tale contesto, la qualità intrinseca degli edifici, intesa sia come qualità del progetto e del costruito che come qualità della gestione, è sempre più rilevante, perché ormai è palese che qualità ambientale, sociale ed economica di un intervento, impattino fortemente (e positivamente) sia con il valore di mercato sia con i costi di funzionamento che altrimenti non saremmo più in grado di sostenere. E in tutto il mondo, Europa inclusa, la qualità complessiva è sempre di più misurata da sistemi volontari di certificazione, strumenti con approccio olistico, denominati protocolli energetico-ambientali.

È su tali presupposti che la nostra community ha sviluppato il nuovo protocollo energetico-ambientale GBC Condomini®. Si tratta di un sistema di certificazione (rating system) fortemente innovativo, applicabile anche in fase di gestione alle opere per il miglioramento parziale degli edifici. GBC Condomini®, seppure applicabile non solo ad una riqualificazione profonda, propone un approccio comunque olistico, richiedendo una analisi preventiva dei rischi finalizzata a non nuocere agli ulteriori aspetti e prestazioni che non sono oggetto di intervento. Si tratta dunque di uno strumento di più agevole applicazione ad esempio nei casi in cui gli abitanti del condominio permangono nel sito anche durante le opere, che mantiene però un approccio completo e perfettamente coerente con il principio europeo del Do Not Significant Harm (DNSH). Tante sono le innovazioni introdotte, ad esempio, per la prima volta in un protocollo energetico-ambientale/rating system, è contemplata anche l’attenzione alla gestione dei rischi che possono aumentare le capacità di resilienza e durabilità dell’asset edilizio, come ad esempio quelli inerenti il miglioramento sismico e la prevenzione degli incendi, oltre ai classici aspetti di efficienza energetica e ambientale.

Sono serviti più di cinque anni di sviluppo e oltre tre anni di test, grazie all’eccellente lavoro dei nostri Soci più qualificati e dei tanti attori della filiera che hanno collaborato, per poter lanciare questa prima edizione. Il grande valore prodotto è oggi a disposizione di tutti in ambito pubblico e privato, ed il protocollo GBC Condomini® è scaricabile gratuitamente dal sito della nostra associazione dal menù certificazioni.

GBC Condomini® è ad oggi il più innovativo sistema di rating nazionale che, se applicato correttamente, fornisce la garanzia della corretta progettazione ed esecuzione delle opere, fornendo valore esimente anche e sopratutto nei processi di rendicontazione finanziati con bonus e superbonus edilizi.

Il più che positivo riscontro avuto da tutti gli attori della filiera e dalle principali associazioni cui è stato presentato ci rende orgogliosi e fiduciosi. Tra i tanti risultati che questo nuovo strumento può già vantare, un importante risultato è il riconoscimento prevenuto dal Global Real Estate Sustainability Benchmark (GRESB). GRESB è il sistema maggiormente accreditato a livello globale per il benchmarking e il reporting ESG (ambientale, sociale e di governance) di società immobiliari quotate, fondi di proprietà privata, sviluppatori, investitori e stakeholders del settore immobiliare; GRESB ha riconosciuto a GBC Condomini®, al pari di GBC Home®GBC Quartieri® e GBC Historic Building® una valutazione “Full points”, ovvero lo ha inserito nelle proprie liste come protocollo totalmente idoneo alla valutazione ESG, fornendogli così la massima confidenza e premialità.

Allineare l’Italia alle più qualificate dinamiche europee e internazionali, modernizzare la filiera costruzioni – real estate, riteniamo sia questo l’unico orizzonte che può contribuire al rilancio del Paese e del settore; GBC Italia persegue una chiara visione orientata al futuro e all’eccellenza internazionale e, anche con la introduzione nel mercato dei propri strumenti, fornisce da anni il supporto per una transizione necessaria e giusta, dimostrando con risultati indiscutibili che la rigenerazione dell’ambiente costruito può essere effettuata solo rimettendo al centro la qualità del progetto e delle opere. Tale azione, se perseguita e misurata con strumenti come GBC Condomini®, o come gli altri protocolli della famiglia LEED-GBC, non fa bene solo al pianeta che ci ospita, ma è necessaria anche per ricostruire una immagine e una nuova ambiziosa visione del Paese.