28 ott 2020

La salubrità indoor: l’importanza dei test

La qualità dell'aria indoor è oggi sempre più importante, passiamo infatti più dell’ 80% del nostro tempo in ambienti confinati: casa, ufficio, palestra, ecc. Dobbiamo rendere più sostenibili gli ambienti in cui viviamo.

I materiali da costruzione e di arredamento possono contenere prodotti chimici pericolosi che portano a significativi rischi per la salute, quando queste sostanze vengono rilasciate in quantità significative. Su soggetti più sensibili, questo può causare irritazione alla gola e agli occhi e difficoltà respiratorie fino a potenziali effetti cancerogeni. La determinazione del rilascio di tali sostanze nell'aria interna è misurata tramite il test delle emissioni di VOC.

Eurofins è un'azienda multinazionale socia di GBC Italia e operante nel settore medicale e dei laboratori di analisi.

Eurofins Scientific fu creata nel 1987 da quattro ricercatori ideatori della tecnologia SNIF-NMR®, sviluppata all'Università di Nantes, oggi è stata quotata alla borsa di Parigi, lavora in 50 paesi del mondo con 48.000 dipendenti operanti in più di 800 laboratori.

In qualità di leader del mercato globale dei test sulle emissioni VOC, Eurofins è in grado di contribuite alla ricerca e alla verifica dei migliori materiali per garantire la qualità dell’ aria indoor riducendo l’ impatto di sostanze pericolose per l’ uomo e per il pianeta.

I test VOC consentono ai produttori e utilizzatori di misurare le emissioni e i contenuti di VOC dei propri prodotti rispetto ai limiti specifici previsti per i livelli di sostanze nocive nell’aria indoor. Un test di emissione VOC determina la quantità e qualità di composti organici volatili (VOC) che un prodotto emette nell’aria interna. Esistono, ovviamente, limiti sulla quantità di sostanze nocive che possono essere emesse da materiali quali pavimenti, vernici, adesivi e altri prodotti utilizzati per la costruzione di edifici. Diverse etichette e regolamenti, sia volontari che obbligatori, garantiscono la qualità dell’aria interna: AgBB, French Regulation, EMICODE, M1 sono solo alcune di queste, in Italia è stato recentemente emanato il Decreto CAM Edilizia. I consumatori possono distinguere i prodotti a basse emissioni da quelli normali attraverso queste etichette, che determinano la competitività dei produttori sul mercato.

Un numero sempre crescente di progetti per la costruzione di edifici pubblici e privati richiede come requisito la bassa emissioni di VOC; analogamente, le basse emissioni di VOC possono qualificare prodotti per progetti di costruzione sostenibili, come LEED, BREEAM, WELL, ecc.