/documents/20182/24437/news_Eemap.jpg/4aaf8db8-c43a-4107-a8b4-2b43e7103301?t=1497361482402
09 giu 2017

Piano di azione per i mutui per l’efficienza energetica

Energy efficient Mortgages Action Plan (EeMAP): la finanza privata per l’efficienza energetica si incontra per supportare l’impegno europeo preso durante la COP 21 di Parigi

Si incontrano oggi a Roma gli stakeholder europei per confermare il loro impegno per gli Accordi di Parigi della COP21 e proporre soluzioni concrete per accrescere l’efficienza energetica nell’Unione Europea. Il piano di azione per i mutui per l’efficienza energetica (EeMAP) sarà presentato all’evento di lancio dell’iniziativa, a cui parteciperanno più di 100 soggetti, tra cui anche GBC Italia, che rappresentano un settore trasversale di operatori chiave del mercato: investitori internazionali ed europei, finanziatori, valutatori immobiliari, accademici, società di servizi per l’energia, esperti del settore delle costruzioni e PMI.

Insieme al Parlamento Europeo, la Commissione Europea e le autorità locali, i protagonisti del mercato discuteranno le azioni possibili per canalizzare il capitale privato negli investimenti di efficienza energetica, per supportare i cittadini europei nella riqualificazione delle loro proprietà e aiutare le istituzioni europee a superare l’ostacolo della mancanza di capitale per gli investimenti e raggiungere così gli obiettivi di risparmio energetico. La progettazione di buone pratiche condivise per un mutuo per l’efficienza energetica su scala europea aprirà le frontiere del capitale privato allentando la pressione finanziaria per gli Stati Membri.

Con più di 210 milioni di unità di edifici residenziali in Europa (pari all’89%) costruiti prima del 2001, sono necessari considerevoli sforzi per incanalare il capitale privato verso l’adeguamento delle abitazioni inefficienti ai nuovi requisiti energetici. Nell’ottica del risparmio: una casa ristrutturata che passa da una classe di prestazione energetica E a una classe B (APE) farà risparmiare agli utenti circa 24.000€ in 30 anni (secondo un’analisi di 365 mila case vendute in Danimarca lo scorso anno).

Recenti ricerche di mercato di EMF-ECBC rivelano un forte interesse da parte degli istituti finanziari ad entrare nel mercato dell’efficienza energetica.

L’iniziativa EeMAP è orientata al mercato e, prima nel suo genere, mira a progettare e creare un mutuo per l’efficienza energetica secondo il quale i proprietari degli edifici siano incentivati a migliorare l’efficienza energetica dei loro edifici grazie a condizioni finanziarie più favorevoli.

Alla base dell’iniziativa c’è il presupposto che l’efficienza energetica abbia un effetto di mitigazione del rischio per le banche grazie all’impatto sulla capacità dei contraenti di rispettare il prestito e sul valore della proprietà. Questo significa che i mutui per l’efficienza energetica rappresenteranno un rischio inferiore nel bilancio di una banca e potranno, quindi, essere idonei per un migliore trattamento del capitale. Rischi inferiori per il capitale rappresentano un grande incentivo per far entrare le banche nel mercato e come risultato guidare una più ampia catena di incentivi, dalla quale tutti gli stakeholder, inclusi i cittadini europei, gli investitori e la società, potranno trarre un beneficio concreto.

Più in generale, l’iniziativa EeMAP ha Ie seguenti finalità:

  • Efficienza Energetica:L’iniziativa EeMAP è allineata alla struttura di politiche per il clima e l’energia della Commissione Europea, che ambisce a incoraggiare gli investimenti e stimolare l’ingresso di finanziamenti privati per le misure di efficienza energetica negli edifici. In particolare è necessario sottolineare che per raggiungere l’obiettivo del 20% di risparmio energetico al 2020, l’articolo 4 della Direttiva sull’Efficienza Energetica richiede agli Stati Membri di definire e aggiornare periodicamente “una strategia a lungo termine per mobilitare gli investimenti per la riqualificazione dello stock nazionale di edifici residenziali e commerciali”
  • Lavoro e crescita:EeMAP sostiene gli investimenti per il miglioramento dell’efficienza energetica, che di conseguenza sosterrà le attività delle PMI nel settore del retrofit, contribuendo così alla crescita dei posti di lavoro come da programma della Commissione europea.
  • Stabilità finanziaria:Le banche devono giocare un ruolo chiave nel miglioramento della qualità e delle prestazioni energetiche degli edifici residenziali e, in parallelo, nella riduzione del rischio finanziario per i contraenti, i prestatori e gli investitori. Questo progetto europeo orientato al mercato mira ad analizzare i rischi dell’investimento per i contraenti, i prestatori e gli investitori, facilita la riduzione del rischio di bilancio per le banche e la gestione di prestiti non performanti, e valorizza la trasparenza e il prezzo di mercato aggiungendo la sostenibilità al real estate.

 

Luca Bertalot, Coordinatore di EeMAP e Segretario Generale di EMF-ECBC sostiene: “L’iniziativa EeMAP rappresenta un passo concreto verso una chiara tabella di marcia intersettoriale sul finanziamento privato per l’efficienza energetica. L’iniziativa incoraggia la riqualificazione energetica del patrimonio costruito europeo, a supporto degli ambiziosi obiettivi europei di risparmio energetico. Con il cambiamento climatico alle porte, questa iniziativa è strategica e vitale per una prospettiva ambientale, finanziaria e economica.” 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/24437/fadin3.jpg/ef3f7969-8b87-461a-a7dc-cb937de2040e?t=1496742907009
06 giu 2017

Chapter Piemonte e la sostenibilità nelle scuole elementari. Un progetto formativo vincente

La responsabilità sociale nelle mani delle nuove generazioni, per rimediare agli errori del passato ed evitare di perpetuare nell’errore, per dare loro un futuro migliore e sostenibile.

Nell’ambito del progetto “NOI SIAMO AMBIENTE” fortemente voluto dal dirigente del III Circolo scolastico della città di Settimo Torinese, prof. Marcello Vitanza, e coordinato dalla docente Daniela Zito, si è provato a trasmettere agli allievi la “Cultura della sostenibilità” attraverso la conoscenza dei temi e la trasposizione dell’appreso nella vita quotidiana.

In tale contesto il Chapter Piemonte GBC Italia rappresentato dall'arch. Massimiliano Fadin ha voluto portare il proprio contributo partecipando attivamente alle lezioni, con i propri esperti (Elisa Sirombo, Giulia Faccio, Fabrizio Vallero) per far conoscere agli allievi gli strumenti per costruire e riqualificare in maniera sostenibile; proponendogli di valutare gli ambienti in cui vivono/studiano e di auto valutare il proprio comportamento. I risultati hanno portato alla luce numerose problematiche per le quali i ragazzi si sono prodigati a trovare delle soluzioni sottoposte al sindaco della città nell’ambito di una mostra con la collaborazione della Biblioteca multimediale Archimede.

Mettiamo nelle mani dei nostri figli gli strumenti per creare un mondo migliore.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/22480/banner_assemblea+2017_v3.jpg/703319d7-f8c1-4e5d-bab1-5bd5f416b5ea?t=1496067288379
25 mag 2017

Assemblea Soci - Rinnovo delle Cariche Sociali

Lunedì 26 giugno a Milano presso Assimpredil Ance (via San Maurilio 21) si terrà l'Assemblea dei Soci per eleggere i 15 componenti del nuovo Consiglio di Indirizzo e i 3 sindaci revisori.

Tutti i Candidati sono consultabili Cliccando qui mentre nello Spazio Bacheca di GBC Italia potrai leggere le idee e le proposte di alcuni candidati per il futuro dell'associazione.

L'assemblea avrà inizio alle 14:30 e sarà possibile registrarsi a partire dalle 13:30. Se dovessi arrivare a Milano per l'orario di pranzo, sei benvenuto al light lunch che inizierà alle 12:30.

Programma dell'assemblea:

12.30    Light lunch
13.30    Registrazione dei soci
14.30    Inizio assemblea

        -Relazione attività e presentazione e approvazione bilancio
        -Elezioni consiglio di Indirizzo
        -Nomina del Collegio Sindacale
        -Varie ad eventuali 

17.30    Chiusura assemblea

Possono partecipare all'assemblea ed esercitare il diritto di voto i soci in regola con il pagamento.

Per informazioni: assemblea@gbcitalia.org
Continua a Leggere »


 /documents/20182/22480/news_leesiang.jpg/c3c09934-72e6-4539-9b9c-921b0d725d81?t=1496303585787
14 giu 2017

Il presidente del World GBC, Tai Lee Siang in Italia
Aperitivo con Tai Lee Siang Presidente del World GBC
 
martedì 20 giugno - ore 18.30
RED - Read Eat Dream (Feltrinelli) 
Piazza Gae Aulenti 1, Milano
 
I soci di GBC Italia sono invitati a partecipare all'aperitivo con il Presidente del World GBC (quota di partecipazione: 11€ a persona). Sarà un'occasione per fare due chiacchiere, un po' di networking e per incontrare il presidente del World GBC, Tai Lee Siang.

Tai Lee Siang è un architetto e urbanista. Ha svolto diverse posizioni di leadership, tra cui la presidenza del Singapore Green Building Council e l'Istituto di Architettura di Singapore. A luglio 2016 è diventato il primo asiatico a guidare il World Green Building Council. Come presidente del World Green Building Council, Tai Lee Siang, spera di aumentare il numero di paesi del movimento dei green building, da 75 a 100 in due anni. Il suo obiettivo sono i paesi in via di sviluppo. Un altro obiettivo è che tutti i paesi membri del World GBC costruiscano solo edifici net-zero carbon entro il 2050.
 

Per ulteriori informazioni e confermare la partecipazione: chapter.lombardia@gbcitalia.org

Continua a Leggere »


 /documents/20182/22480/rebuild.jpg/cd13636e-0de0-411d-ad6f-088ce7d734d4?t=1496137756668
30 mag 2017

Re-Build, 22-23 giugno | Edilizia Off-site

Nuove logiche di produzione per una superiore efficienza e sostenibilità: con i due appuntamenti di Riva del Garda (22 e 23 giugno – Palazzo dei Congressi) e Milano (in autunno), REbuild punta ancora sull' innovazione per presentare alla propria comunità processi e prodotti innovativi di un settore in trasformazione dopo anni di crisi.

Edilizia off-site è il concetto chiave del cambiamento proposto: la produzione si sposta in fabbrica, mentre il cantiere diviene il luogo dell'assemblaggio di parti prodotte industrialmente.

Già in atto in diversi paesi europei, l'ibridazione dei processi produttivi tra fabbrica e cantiere ha impatti economici e sociali profondi: superiore efficienza, minori costi, più alta affidabilità nei tempi di consegna e negli standard produttivi, nuovi luoghi di produzione con maggiore sicurezza e comfort.

L'edilizia che ibrida fabbrica e cantiere si avvale di tecnologie diverse: può intervenire sul riuso come nella nuova produzione e rappresenta una rivoluzione capace di tenere insieme non solo superiori standard tecnologici ed economici, ma anche ambientali e sociali.

Perché la transizione rappresenti un'opportunità per tutta la filiera, REbuild si propone di presentarne tutti gli aspetti: dalle soluzioni ispirate all' automazione robotizzata e al nuovo artigianato evoluto; a quelle economiche, evidenziando le opportunità per investitori, developer e professionisti; a quelle sociali con la possibilità di interventi a valori e condizioni prima irraggiungibili).

Continua a Leggere »
Vai
Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.