"Rina è socio di GBC Italia fin dalla sua fondazione nel 2008, a testimonianza di una radicata e profonda condivisione di valori ed obiettivi verso la “cultura dell'edilizia sostenibile”. Il profondo impegno di Rina per favorire lo sviluppo di un ambiente costruito sostenibile, attento alle esigenze ed al comfort degli utenti oltre che ad un uso responsabile delle risorse naturali, riflette la vision di GBC Italia e si traduce in un lungo track record di progetti LEED e GBC che con i loro valori promuovono la trasformazione del mercato dell’edilizia sul territorio locale e nazionale."

Nato a Genova nel 1861 come Registro Italiano Navale, nel corso di quasi 160 anni di storia il Gruppo Rina ha diversificato l’offerta dei servizi arrivando oggi ad occupare, con oltre 470 milioni € di fatturato nel 2019 (presenza in circa 65 Paesi con 170 uffici) e oltre 3.700 dipendenti, una posizione di primo piano nazionale ed internazionale nei settori Energy, Marine, Certification, Transport & Infrastructure e Industry.

Nel 2018 nasce RINA Prime Value Services dalla fusione di due aziende leader nel settore immobiliare quali Axia RE e il ramo di azienda RINA SERVICES dedicato al Real Estate.

RINA PRIME VALUE SERVICES, grazie ad una struttura specializzata, opera nei Real Estate Services con un focus alla sostenibilità e all’innovazione tecnologica. Con i servizi di Green Building Advisor in conformità ai protocolli LEED® e GBC, RINA si propone come partner di riferimento per le Organizzazioni che colgono nella sfida della Sostenibilità degli Edifici un’opportunità. Da sempre ispirata ai principi di indipendenza, trasparenza e affidabilità, RINA è il partner tecnico ideale in grado di affiancare gli operatori del Real Estate nel raggiungimento degli obiettivi di progetto garantendo la massima efficacia delle attività.


Progetti in cui RINA è coinvolta:

Il ruolo di Rina nel progetto UPTOWN

29 giu 2020

Il ruolo di Rina nel progetto UPTOWN

RINA, nel suo ruolo di Organismo di Verifica Accreditato (OVA) di GBC Italia ed in collaborazione con gli altri OVA, ha preso parte al primo step del processo di certificazione del progetto UPTOWN di Cascina Merlata (MI), primo quartiere registrato con il protocollo GBC Quartieri®.

La prima fase di verifica è inerente la Verifica di Compatibilità del Sito ed è volta a confutare il rispetto degli otto prerequisiti delle categorie Localizzazione e Collegamenti del Sito (LCS) e Organizzazione e Programmazione del Quartiere (OPQ).

Nello specifico RINA ha svolto l’attività di verifica dei seguenti prerequisiti:

  • Prevenzione di aree soggette a esondazione, la cui finalità è proteggere la vita e la proprietà e a promuovere la conservazione degli spazi aperti e dell’habitat oltre che la qualità dell’acqua e dei sistemi idrologici naturali.
  • Comunità connesse e aperte - prestazione minima, volto a promuovere la connessione interna al progetto ed i collegamenti a scala urbana e territoriale, ad incoraggiare gli spostamenti efficienti attraverso il trasporto multimodale e a stimolare l’attività fisica quotidiana.
     

Il progetto UPTOWN ha soddisfatto entrambi i prerequisiti, evidenziando che l’area di progetto è localizzata in una zona caratterizzata da bassa probabilità di alluvione ai sensi del D.Lgs. 23 febbraio 2010, n.49 e dimostrando una densità di intersezioni per km2 all'interno del confine di progetto pari a 78 ampiamente superiore al valore minimo richiesto di 50 intersezioni per km2.

RINA, insieme agli altri OVA, continuerà ad avere un ruolo di primo piano nelle attività di verifica e controllo, sia in fase di progettazione che di costruzione, del progetto UPTOWN al fine del conseguimento della certificazione GBC Quartieri®.