/documents/20182/1600112/gbc-italia-ova-uptown-rina.jpg/3d72ead2-7a28-40c7-ba84-226ae813b9d4?t=1593435537097
29 giu 2020

Il ruolo di Rina nel progetto UPTOWN

RINA, nel suo ruolo di Organismo di Verifica Accreditato (OVA) di GBC Italia ed in collaborazione con gli altri OVA, ha preso parte al primo step del processo di certificazione del progetto UPTOWN di Cascina Merlata (MI), primo quartiere registrato con il protocollo GBC Quartieri®.

La prima fase di verifica è inerente la Verifica di Compatibilità del Sito ed è volta a confutare il rispetto degli otto prerequisiti delle categorie Localizzazione e Collegamenti del Sito (LCS) e Organizzazione e Programmazione del Quartiere (OPQ).

Nello specifico RINA ha svolto l’attività di verifica dei seguenti prerequisiti:

  • Prevenzione di aree soggette a esondazione, la cui finalità è proteggere la vita e la proprietà e a promuovere la conservazione degli spazi aperti e dell’habitat oltre che la qualità dell’acqua e dei sistemi idrologici naturali.
  • Comunità connesse e aperte - prestazione minima, volto a promuovere la connessione interna al progetto ed i collegamenti a scala urbana e territoriale, ad incoraggiare gli spostamenti efficienti attraverso il trasporto multimodale e a stimolare l’attività fisica quotidiana.
     

Il progetto UPTOWN ha soddisfatto entrambi i prerequisiti, evidenziando che l’area di progetto è localizzata in una zona caratterizzata da bassa probabilità di alluvione ai sensi del D.Lgs. 23 febbraio 2010, n.49 e dimostrando una densità di intersezioni per km2 all'interno del confine di progetto pari a 78 ampiamente superiore al valore minimo richiesto di 50 intersezioni per km2.

RINA, insieme agli altri OVA, continuerà ad avere un ruolo di primo piano nelle attività di verifica e controllo, sia in fase di progettazione che di costruzione, del progetto UPTOWN al fine del conseguimento della certificazione GBC Quartieri®.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/1501289/TUV.jpg/6a433b9a-9b85-41d2-acd5-47907e0048cf?t=1590142341269
22 mag 2020

Il ruolo di TÜV Italia nel progetto UPTOWN

TÜV Italia, insieme agli altri OVA (Organismi di Verifica Accreditati) ha partecipato alla prima fase – Verifica di Compatibilità del Sito – del processo di certificazione del progetto UPTOWN di Cascina Merlata (MI), il primo progetto registrato per la certificazione GBC Quartieri.

La Verifica di Compatibilità del Sito è un controllo preliminare e facoltativo dei cinque prerequisiti della categoria Localizzazione e Collegamenti del Sito (LCS) e dei tre prerequisiti della categoria Organizzazione e Programmazione del Quartiere (OPQ) previsti dallo schema.

TÜV Italia si è occupato in particolare della verifica dei prerequisiti:

  • Conservazione delle zone umide e dei corpi idrici, la cui finalità è quella di proteggere la qualità dell’acqua, il ciclo idrologico naturale, l’habitat e la biodiversità.
  • Caratteristiche minime per la fruibilità pedonale delle strade, la cui finalità è quella di promuovere l’efficienza dei trasporti, includendo la riduzione dei chilometri percorsi con l’auto privata. Promuovere gli spostamenti a piedi attraverso la realizzazione di percorsi in ambienti urbani sicuri, attraenti e confortevoli, con l’obiettivo di migliorare la salute pubblica, di ridurre gli incidenti che coinvolgono i pedoni e di favorire l’attività fisica quotidiana.
     

Questi due prerequisiti evidenziano che il progetto UPTOWN rientra in un sito privo di zone umide, corpi idrici superficiali, terreni posti entro una distanza di 15 m da zone umide o terreni situati a meno di 30 m da corpi idrici superficiali pre-esistenti. Inoltre i fronti principali degli edifici si apriranno su spazi pubblici, come una strada, una piazza e saranno collegati ad un marciapiede o a un percorso pedonale; è importante progettare strade con sezioni adeguate alle necessità di pedoni e ciclisti, con edifici prospicienti i marciapiedi che creano punti di interesse visivo.

Il progetto UPTOWN ha superato con esito positivo le verifiche della prima fase del processo di certificazione e si appresterà ad affrontare le successive fasi in funzione dei tempi di progettazione, approvazione da parte degli enti competenti e di costruzione, al fine di promuovere tra gli obiettivi primari le prestazioni di sostenibilità ambientale del territorio, delle infrastrutture, delle dotazioni e degli edifici sostenibili.

GBC Quartieri riconosce il valore degli interventi che promuovono un approccio integrato alla qualità della vita, alla salute pubblica e al rispetto per l’ambiente e TÜV Italia è uno degli OVA incaricati per le verifiche, sia in fase di progettazione che in fase di costruzione, per garantire la terzietà e l’imparzialità dei controlli.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/1501289/Img+sito_Asacert.jpg/b878aed3-f016-42e1-b10b-cfd22fd9a604?t=1588672570083
05 mag 2020

Il ruolo di ASACERT nel progetto UPTOWN

ASACERT, in qualità di Organismo di Verifica Accreditato (OVA) di GBC Italia, ha svolto parte del primo dei quattro step per l’ottenimento della certificazione del distretto UPTOWN – Cascina Merlata secondo il protocollo GBC Quartieri®, relativo alla “Verifica di compatibilità del sito”, livello di verifica fondamentale nell’ambito dell’ampio spettro di verifiche, sia in fase progettuale sia in fase realizzativa, a garanzia delle reali prestazioni raggiunte.

Nello specifico, ASACERT ha potuto verificare che il distretto non si trova all’interno di Zone di Protezione Speciale (ZPS) o Zone Speciali di Conservazione (ZSC), Siti di Importanza Comunitaria (SIC), aree protette, habitat di specie minacciate o in pericolo di estinzione contenute nelle liste nazionali, regionali o locali.

Inoltre a dimostrazione che UPTOWN rappresenta un valido esempio di edilizia sostenibile, che pone al centro le persone ed il miglioramento della qualità della loro vita, è stato possibile verificare come la progettazione di UPTOWN sia stata finalizzata alla semplificazione delle relazioni tra le persone, nonché all’accessibilità ed all’inclusività. ASACERT ha potuto verificare nello specifico che il distretto è stato inserito in un contesto dotato di un servizio di trasporto collettivo esistente e che tutti gli ingressi agli edifici residenziali e non, siano ubicati entro una certa distanza pedonale da una fermata di transito dei servizi di trasporto.

“Il progetto pionieristico di UPTOWN - afferma Fabrizio Capaccioli – Managing Director ASACERT - rappresenta la prova tangibile della possibilità di riqualificare il territorio in maniera ecosostenibile mediante la realizzazione di quartieri in armonia con l’ambiente circostante e gli spazi verdi, e con un sostanziale incentivo all’utilizzo della mobilità sostenibile e del trasporto pubblico, sempre più integrati con i servizi del territorio, al fine di migliorare la qualità della vita dei cittadini.”

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/1501289/Img+sito_ICMQ.png/26ed4a82-9d83-4c91-8ede-9b85ef22967a?t=1588674949953
05 mag 2020

Il ruolo di ICMQ nel progetto UPTOWN

Il progetto UPTOWN di Cascina Merlata attualmente è la più grande operazione di riqualificazione urbana a Milano ed è il primo quartiere italiano registrato con il protocollo GBC Quartieri® per la riqualificazione di aree e territori sostenibili.

All'interno del suo parco di 250.000 mq sono previsti 10 km di piste ciclabili e zone attrezzate per lo sport. La superficie costruita è di 55.000 mq, divisa tra residenze, scuole, asili nido, poliambulatori specialistici, sale conferenze e il centro commerciale più grande di Milano. Il cuore dell’Uptown District è la cascina riqualificata che tra l’altro ospiterà anche un mercato di prodotti agricoli a “chilometro zero” e una ciclofficina.

La certificazione GBC Quartieri è composta da una serie di prerequisiti sostenibili obbligatori che devono essere soddisfatti per poter ottenere la certificazione e una seconda parte di crediti relativi ai vari principi della sostenibilità a scelta dei progettisti e della committenza.

ICMQ, insieme agli altri Organismi di Verifica Accreditati, ha svolto un ruolo importante nella verifica dei prerequisiti della certificazione GBC Quartieri. Nei prossimi step saranno verificati anche i vari crediti divisi per tre aree tematiche:

  • localizzazione e collegamenti del sito: favorendo sviluppi urbani in aree già antropizzate, con numerosi servizi e presenza/progettazione dei trasporti pubblici e la mobilità sostenibile;
  • organizzazione e programmazione del quartiere: è fondamentale creare un forte legame territoriale tra i vari servizi e le comunità adiacenti, con l’efficienza delle infrastrutture e della compattazione urbana;
  • infrastrutture ed edifici sostenibili: riduzione degli impatti ambientali negativi derivanti dalle costruzioni e la manutenzione sia degli edifici che delle infrastrutture, attraverso la corretta gestione della costruzione e della rete urbana di quella specifica zona. Inoltre si affrontano i temi della corretta gestione delle acque, dell’efficienza energetica, del corretto uso/smaltimento dei materiali.
     

ICMQ, insieme agli altri Organismi di Verifica Accreditati, continuerà ad avere un ruolo attivo per la verifica del progetto secondo il protocollo GBC Quartieri, fino all'ottenimento della certificazione stessa.

 

 

 

Continua a Leggere »